domenica 5 marzo 2017

E' scattato quel qualcosa...

Anche questa domenica sta volgendo al termine.
E sono felice.

Sono passati molti giorni dall'ultima volta che mi sono seduta qui davanti al piccì.
Talmente tanti che non so più da che parte cominciare.
Sono perfino imbarazzata.

E' che la Vita è stata strepitosamente piena.
Onestamente non ho avuto tempo per nulla di extra. 
Extra noi, ovviamente.


Tra i meme che girano in rete ce n'è uno che, con innata simpatia, recita più o meno 
"Non dire che non hai abbastanza tempo. Hai lo stesso numero di ore al giorno che sono state date a Michelangelo, Madre Teresa, Leonardo Da Vinci e Albert Einstein."
oppure l'altra 
"Quelli che dicono 'Non mi sono fatto sentire perché non ho mai avuto tempo' me li immagino che fanno turni di 72 ore in una acciaieria slovacca". 

Quelli che insomma... "E' questione di priorità".

E' evidente che non sanno di che parlano.

E comunque, non parlano di me...

...io avevo da Vivere!


La cura all'occhio sta dando i risultati sperati, il mio è un occhio ccccciofane (beato lui!) e presumibilmente basterà solo un'altra iniezione (bleah) per terminare la procedura e sistemare la cosa.


Abbiamo una enormisssssssima novità in casa, o meglio fuori casa. Parcheggiato lì fuori c'è un camper.
Non ho mai nemmeno osato pensare che ne avremmo potuto avere uno.
Un sogno!
Vecchietto (ha 25 anni, lui... e ne vivrà molti altri insieme alla nostra famiglia), ben tenuto, quasi pronto per nuove ed emozionanti avventure.
Lo amiamo già.



Ho amiche super.
Sono Amiche speciali, per me.
O solo Amiche, ecco.
Forse il fatto di non avere amici da parecchi anni mi sta facendo apprezzare queste persone nel modo giusto.
Sono dei Doni.
Sono una seconda Famiglia.



I miei allenamenti, ovviamente, proseguono.
Ho cambiato varie volte il genere, ho provato su di me ciò che pensavo avrei potuto amare di più, ciò che poteva essere per me una sfida (confondendo a volte la soddisfazione dell'aver vinto una sfida con la passione vera e propria), ciò che pensavo avrebbe dato su di me il risultato migliore.
E alla fine sono ritornata a un tipo di allenamento diverso. 
Sono tornata sui miei passi.
Ho scelto quello che dava alla mia mente ciò di cui aveva bisogno: sfogare tensioni, rigenerarsi, staccare dal mondo.
E sto benissimo.
E non spendo un centesimo.



Ho cambiato metodo di organizzazione.
Ho lasciato sedimentare dentro la mia testa tutto ciò che ho imparato leggendo qualsiasi cosa a proposito di organizzazione e pianificazione.
Ho lasciato che mi guidasse l'istinto.
Ho appoggiato l'agenda che marito mi aveva regalato e ho preso in mano una economicisssssima agenda Lidl.
Lì dentro ci sono io con tutto ciò che mi serve e nulla più.
E rendo come mai ho reso in vita mia.



Ho cambiato più volte atteggiamento nei confronti delle persone.
Ho abbandonato le aspettative.
Ho lasciato che il vuoto mi si creasse attorno.
Ora mi guida solo il cuore.
E ogni minimo gesto degli altri è un Regalo prezioso e inatteso.
E qualsivoglia discussione non lascia strascichi negativi.



Ora sto Vivendo appieno.
Sto facendo solo ciò che sento necessario, che influisce positivamente su di me, su di noi.
Sto prendendo le distanze da ciò che è solo compromesso e nulla più.
Sto gioendo di semplici sorrisi e di panini profumati, di cambi di lenzuola e di minestre calde.
Sto apprezzando ogni singolo minuto a mia disposizione.
Sto vivendo le scelte con maggiore consapevolezza, ma contemporaneamente con leggerezza.
Ho finalmente portato a termine la lettura di un libro iniziato un mese e mezzo fa.
Ho iniziato ad alleggerire lo spirito.
A sorridere sempre.
A prendere l'iniziativa.
A regalarci momenti unici.
A non aspettarmi nulla.


Alle volte per cambiare qualcosa, basta iniziare.

6 commenti:

  1. Complimenti per il tuo bellissimo blog! Ti seguo!
    Se ti va di ricambiare passa da me:
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mary!
      passerò senz'altro ^_^

      Elimina
  2. E il libro è? I tuoi cambiamenti di prospettiva sono quantomeno interessanti e mi piacerebbe trovare la giusta ispirazione...
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Anna!!! il libro è Caos, di Patricia Cornwell. Adoooooro Kay Scarpetta e la sua personalità <3
      Però non c'entra nulla con l'organizzazione, è una lettura di svago... forse è per questo che adesso sono più serena: ho smesso di impormi di leggere di tutto e di più su organizzazione e ordine!!
      Diciamo che Il magico potere del riordino e il metodo FlyLady sono stati il punto di partenza. Da lì ho lavorato su di me e sulle mie giornate, ecco... poi tanti blog, alcuni canali youtube...
      se può interessare potrei scriverne e vedere chi ha altro da suggerire... eh? ^_^

      Elimina
  3. bellissime parole! Ti ho scoperto leggendo il blog di nata disorganizzata ed ora giorno per giorno leggerò i tuoi altrettanto interessantissimi precedenti post, ciao Luisa

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...