sabato 30 maggio 2015

cavolopizza e fagiolopizza: sperimentazioni riuscitissime

Ancora giorni di corse e rincorse, giravolte e capovolte.

Questa volta ad essere passata e archiviata è la recita/festa di fine anno scolastico del seienne, al suo ultimo anno  presso la scuola dell'infanzia. Il quarto, per la precisione. Che lui è nato a gennaio.
Facendo due conti al volo, questa è stata la decima festa di fine anno dell'asilo a cui ho assistito. In lacrime, come da copione.
E anche quest'anno, a dispetto delle nuvolette che sembravano a tratti schermare il sole, mi sono beccata una bella scottatura su braccia e scollatura.
Fa parte della cerimonia.
Non imparo mai.

Ma veniamo al bello della giornata.

Lui.


Non serve aggiungere altro, vero?
Quello sguardo furbetto la racconta lunga.
Foto e riprese a profusione, puntualmente inviate via whatsapp al papolo che non ha potuto essere presente.
Il seienne che recita in friulano la parte del riccio... non me lo dimenticherò mai.



Veniamo invece a cose più goderecce e sperimentali.

Tempo addietro si parlava di ricette golose e nuove, a base di verdure.
Come la cavolopizza, ad esempio.

E allora... parliamone!
E' stata una scoperta casuale, per me, che mi ha incuriosita parecchio, ma che inizialmente ho esitato a provare.
Chissà perché.
Ora che la conosco, la adoro.
Vuoi mettere la soddisfazione di spazzolarmi almeno mezza teglia di cavolopizza tutta da sola, senza rimorsi?

Ho cercato un po' in giro, ho sperimentato.... fino a raggiungere la mia personale ricetta della  
cavolopizza.
Ingredienti:
  • un cavolo da circa un chilo (da circa 900g in poi andrà benissimo per le proporzioni)
  • due albumi
  • tre cucchiai di farina integrale/crusca di avena/pangrattato (quel che avete o che preferite)
  • un pizzico di sale
  • una spolverata di noce moscata
  • passata di pomodoro
  • origano
  • sale e pepe
  • olio di oliva
  • ingredienti a piacere per farcire

Accendere il forno a circa 180°C.
Foderare la golosa del forno con la cartaforno e spennellarla con un goccio di olio di oliva.
Versare la passata di pomodoro in una terrina e mescolare con sale, pepe origano e un paio di giri di olio di oliva. Lasciare insaporire.
Lavare il cavolo per bene, tagliandolo nei singoli rametti, eliminando solo la parte centrale più dura del gambo.
Sgocciolare e asciugare i pezzi di cavolo come si riesce.
Passare al frullatore il cavolo (un po' alla volta) e versare man mano la "farina" granulosa che ne esce in una terrina.
Unire albumi, sale, noce moscata (se piace), farina/pan grattato e mescolare bene.
Versare l'impasto umidiccio nella golosa foderata e schiacciarla con le mani per compattarla in uno strato uniforme.
Infornare per circa 20 minuti/mezz'ora, comunque fino a che la superficie risulta asciutta e screpolata.
Cospargere la superficie con abbondante passata di pomodoro e infornare per altri 10 minuti.
Farcire a piacere e infornare per gli ultimi 5 minuti.
Fine.

Generalmente mi piace farcire questa pizza con zucchine grigliate, oppure prosciutto, o tonno e cipolla.
Il gusto che avrà la cavolopizza sarà prevalentemente quello della passata di pomodoro e della farcitura, il sapore del cavolo resterà solo come retrogusto.
Questa è la ricetta di cui ho abusato in questi ultimi mesi e non mi dispiace affatto.
Certo, non è la vera pizza, ma riesce ad appagare la voglia di pizza che non sempre è il caso di assecondare, con il vantaggio di essere sostanzialmente a base di verdure.

Proprio oggi ho voluto sperimentare una nuova versione di questa simil-pizza.

Attenzione siorri e siorre.....


Ecco a voi la                    fagiolopizza.

Sostanzialmente ho preso la ricetta della cavolopizza e ho sostituito il cavolo crudo con i fagioli cannellini precedentemente lessati (sempre circa un chilo di peso, considerate il peso a bollitura effettuata!) e ho evitato di utilizzare la noce moscata.
Ingredienti: 
  • un chilo circa di fagioli cannellini già lessati
  • due albumi
  • tre cucchiaiate di farina integrale/crusca di avena/pangrattato a scelta
  • sale e pepe
  • passata di pomodoro
  • origano
  • sale e pepe
  • olio di oliva
  • farcitura a piacere

Dopo aver passato al frullatore i fagioli ben sgocciolati, il procedimento è identico a quello indicato per preparare la cavolopizza, con l'accortezza di utilizzare un cucchiaio per disporre l'impasto nella golosa, visto che questo risulterà più colloso.

Anche in questo caso il gusto dei fagioli resterà solo come sfondo.



E niente, mi sa che ho dato il via a una serie di sperimentazioni pizzose senza precedenti, qui a casa firmatocarla!


Che dite, avete già provato la cavolopizza?
Oppure vi ho ingolositi e la proverete?
Oppure ancora siete fedelissimi alla versione classica della pizza?

14 commenti:

  1. Sono proprio curiosa di provare anche io!!!! Veramente una bella alternativa al mio solito impasto di pizza (la adoro!!!).

    Bellissimo il tuo ometto diplomato:)))
    Baci

    Vivy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se le provi poi dimmi che ne pensi, eh!
      grassie, io continuo ad avere i lucciconi.... che roba teribbbbbile la mamma semprecommossa ^_^

      Elimina
  2. Mi cimenterò presto in queste sperimentazioni pizzose, già le adoro! Tra l'altro, siccome negli ultimi mesi ho cambiato un bel po' l'alimentazione, non riesco più a mangiare i carboidrati come prima, la pizza non mi va proprio. E sono sempre stata una "pizzara"! Forse in questo modo riuscirò ad assaporarla di nuovo. Grazie Carla, ti farò sapere, e auguri per il tuo piccolino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Valeria <3
      anche io ho cambiato molto il modo di scegliere i cibi, ma alla pizza non rinuncio: una volta a settimana, integrale... ma pizza!!! bbbbona! ^_^

      Elimina
  3. Penso che proverò il cavolopizza: mi intriga questa sperimentazione, per via delle verdure e perché non c'è bisogno del lievito. Ultimamente mi sono resa conto che il cibo lievitato non mi fa bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che ti piaccia come piace a me, è una combinazione buona e verdurosa ^_^

      Elimina
  4. Mi vien già fame... adoro la pizza ed ogni occasione è buona per far diventare "alla pizzaiola" qualsiasi cosa... se poi ci sono le verdure ancora meglio!!! Gnam, Gnam... la tua foto me la sbaffo con gli occhi!
    Un abbraccio al piccolo diplomato (come diventano grandi in fretta...!!!) e preparo anche io i fazzoletti... già alla festa della mamma ero una fontana!!! :*** Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccoci, noi mamme piangenti <3
      ma quanto velocemente crescono.... a volta verrebbe voglia di dire: fermateliiii! ^_^

      Elimina
  5. Credo che quel cappello mi farà piangere a dirotto quando sarà il momento!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non me lo dire <3
      fazzoletti per tutte ^_^

      Elimina
  6. sai che c'è?
    ..buone le pizze fatte così, sicuramente.....
    ma mi ha fregato la foto di " quel " bimbo con il cappello da...diplomato.... gli occhiali ed un sorriso che riscalda il cuore!
    ...ma come puoi pensare che possa giudicare le tue pizze?
    A me viene solo da guardare quel bimbo negli occhi e dirgli " Sei proprio in gamba, continua così!....e mi commuovo a guardarlo e a dirglielo.
    Sicuramente le tue pizze saranno buonissime, ma io ora vorrei solo dire a quel cucciolo che è tanto, ma tanto bello!
    Emanuela
    ps... penso proprio che se quel ragazzino è così..un pochino di merito va anche ai genitori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho detto al pargoletto quello che hai scritto... ed era fiero e orgoglioso come un ometto fatto e cresciuto... e mi sono emozionata rileggendo due tre quattro volte le tue parole.... grazie Emanuela <3

      Elimina
  7. Oh mamma che buoneee *___* Io mi sono annotata tutto e presto presto voglio provarleee!! Grazie per le ricettine ^_^
    Complimenti al diplomato, anche se già su fb li avevo fatti!!! Bravissimi tutti ^_^

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...