martedì 17 marzo 2015

ricetta su richiesta: il nostro Danubio

Eccezione della eccezioni, su richiesta di alcune amiche da facebook (e non solo), arriva una ricetta sperimentata oggi per la prima volta.
Le foto sono quel che sono, visto che l'apprezzamento è arrivato a piatti già spazzolati e non pensavo che un esperimento potesse essere già degno di interesse.
Ma felice io che nemmeno immaginate.

Dunque.

Il martedì è il giorno sacro dedicato ai nonni: i miei pargoli pranzano da loro e restano a farsi nonnolare fino a pomeriggio inoltrato.
Ogni martedì tranne oggi, per motivi di influenze nonnesche.

Quindi i programmi dei pasti sono cambiati all'improvviso e ravanando in frigo ho trovato due cubetti di lievito in scadenza.
Che fare?
Farina ne abbiamo?
Qualche ingrediente per farcire?
Ok.
Si va.

Una ricetta che vale due.
Versione salata per il pranzo speciale #mamma-a-casa-per-due-giorni-di-fila (infrasettimanali).
Versione dolce per una merenda sperimentale a quattro mani.

Si tratta della ricetta del Danubio, che ho trovato un paio di anni fa in rete tra i blog di GialloZafferano (qui la versione salata originale, qui invece la dolce).

Ma chiaramente io non sono capace di riproporre paro-paro quello che scovo in giro. Tantomeno adesso che stiamo mangiando molto meglio in fatto di ingredienti sani e puliti.
Stampate le ricette, carta e penna alla mano, ho sostituito burri, zuccheri, farine 00 e ho aggiunto qualche verdurina universale (dove universale sta per gradita a tutti e cinque i membri della famiglia) alla versione salata.

Pronti?
Andiamo!



Danubio, la nostra versione salata

Ingredienti:
  • 500g farina integrale (a scelta, io ho utilizzato quella che avevo al momento: di grano tenero)
  • 250g latte tiepido (a scelta, basta che non sia quello dolce)
  • un giro di olio evo
  • 25g lievito fresco
  • sale 1 pizzico
Per il ripieno (quel che c'era in giro per frigo e congelatore): affettato di tacchino, avanzo di scamorza (eccezione per il palato del mediolo supergolosissimo), spinaci passati in padella, ricotta, poco grana e qualche noce a pezzi.

Una volta impastati bene gli ingredienti per la base, far lievitare in un recipiente coperto, in luogo tiepido per una mezz'ora. 
Dividere l'impasto in pallette (dividendo a metà, a metà, a metà... a me ne son venute 22).
Ogni palletta va allargata e farcita con qualche ingrediente di farcitura.
Noi abbiamo optato per farcire metà dell'impasto con una fetta di affettato di tacchino e un pezzetto di provola, mentre l'altra metà con spinaci mescolati a poco grana, ricotta e pezzetti di noce.
I dosaggi degli ingredienti sono molto a occhio, dipende dai gusti e ci si può sbizzarrire con le farciture.

Scelta una teglia rotonda abbastanza grandina, foderata con carta forno, si adagiano le pallette a cerchi concentrici, leggermente distanziate tra loro.
Coperta la composizione, coprire con un panno e riporre a lievitare anche per un paio di ore.
Una volta completata la lievitazione, spennellare con acqua la superficie e infornare in forno statico caldo per 20-25 minuti a 180°C.
(golosità profumatissima: a 5 minuti dalla fine della cottura, cospargere la superficie con del grana grattugiato)

































Danubio, la nostra versione dolce

Ingredienti:
  • 500 g farina integrale (anche qui, per noi grano tenero, questa volta)
  • 250g latte tiepido (a scelta)
  • 1 uovo
  • 40g olio di semi
  • 1 bel cucchiaio di miele
  • buccia grattugiata di arancia
  • 25g lievito fresco
  • 1 pizzico di sale
Per farcire: cioccolato fondente (noi 75%), nocciolata. Succo di arancia.

Una volta mescolati bene gli ingredienti, impastare bene fino a ottenere una consistenza morbida e non appiccicosa (in caso, aggiustare con poca farina).
Porre a lievitare in un recipiente coperto da un panno, in luogo tiepido per almeno mezz'ora.
Dividere poi l'impasto in pallette (a me 22).
Ogni palletta va allargata leggermente per poterla farcire con un pezzetto di cioccolata, oppure con un cucchiaino di nocciolata. Sigillare nuovamente con cura ogni palletta.
Foderare con carta forno una teglia rotonda grandina e disporre le pallette in cerchi concentrici a poca distanza tra loro. Coprire con un panno e riporre a lievitare per un paio di ore.
Ultimata la lievitazione, spennellare la superficie con il succo di arancia e infornare in forno statico caldo a 180°C per 20-25 minuti.

















Direi proprio che oggi ci siamo coccolati e rilassati in cucina! ^_^
Pensandoci, potrebbe essere un'idea golosa per la colazione dei miei ragazzi, no?

Ma pare che questo tipo di preparazione (il Danubio, appunto) fosse già molto conosciuta... solo io l'ho sperimentata oggi per la prima volta?


8 commenti:

  1. Buonoooooo. IO ho una ricetta un po' vecchiotta di una cara amica ma la trovo eccezionale. la prossima volta proverò con la farina integrale, ma più avanti (adesso non la digerisco bene).
    intanto posso prenderti un pezzo?
    bacini
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un pezzetto di quello al cioccolato lo ho qui ancora custodito gelosamente... <3

      Elimina
  2. wow, e davvero wow!! che idea fantastica, ma sai che non sapevo nemmeno che esistesse la versione dolce? e poi per quella salata mi piace molto l'idea di variare, a seconda della palletta, il ripieno, così quando si mangia si ha la sorpresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice che ti sia piaciuta l'idea ^_^
      è davvero una sorpresa a ogni boccone ;-)

      Elimina
  3. Ammazza mai fatto venì 'na fame (Detta alla versiliese/camaiorese) io mi segno tutto e passo a mia madre! Complimenti *__* Ma non ne è avanzata nulla? La prossima volta che la rifai mi auto-invito è! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un pezzetto uno ;-)
      ok, ti faccio un fischio Jess ^_^

      Elimina
  4. Ciao Carla!
    Avevo già letto in giro del danubio ma non l'ho mai sperimentato... Prima o poi proverò!
    Le tue versioni sembrano molto golose!
    Grazie per le ricette.
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Dani! ci ho messo parecchio anche io (ehmmm.... U.U ), ma davvero è buonissimo e goloso ;-)

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...