lunedì 2 febbraio 2015

cose belle, punto. cose che contano.

Ultima settimana intensissima, ricchissima, stressantissima, sveglissima (nel senso di "troppe ore da sveglia in confronto a quelle dedicate al riposo").

Ma faccio il punto delle cose belle, che seppure più piccole di quelle brutte, vanno ricercate e messe una dietro l'altra per formare una lista stupefacente.


  1. ho finalmente stirato. tutto.
  2. ho finito la lista delle fiere creative che la maestra del piccolo mi ha richiesto a seguito dei racconti entusiasti dello stesso. felice e contagiosa io.
  3. ho affrontato la sessione di cardio più dura e intensa della mia vita, per ben due volte in 4 giorni e sono sopravvissuta. E sono anche parecchio soddisfatta di me.
  4. ho ritrovato una ricetta per fare una nocciolata leggera e sanissima. fatta e consumata. da rifare.
  5. ho preparato la scorta di pancakes sani&leggeri per tutta la settimana, così anche la quattordicenne potrà fare colazione a cuor leggero. ma con energia.
  6. finiti tutti i pagamenti di tasi/tari/chipiùnehapiùnemetta. fine delle tasse. per ora.
  7. tutte le cene degli ultimi 7 giorni sono state programmate e rispettate. ho addestrato anche il marito.
  8. finalmente ho fatto assaggiare ad alcuni parenti i cake pops... fiera e felice io.
  9. iscritto il nanerottolo alla scuola primaria. non si può descrivere il mio stato d'animo. anche per il piccoletto è giunta l'ora.
  10. ho buttato giù una serrata scaletta per le pulizie di casa. pulizie e riordino possono essere devastanti, se si parte dallo stato di accampamento.
  11. domenica meravigliosa trascorsa con quella parte di famiglia che si vede raramente, quella del marito. e senza marito, che è rimasto a letto con l'influenza.
  12. primo tentativo di organizzazione dei pasti (dalla colazione alla cena). le intenzioni sono ottime. incrociamo le dita.
  13. notizia doppia e stratosferica che ha interrotto gli esercizi del mattino (proprio quando mi stavo schiantando): sabato prossimo non lavorerò, in compenso una delle prossime domeniche porterò i ragazzi del lavoro a sciare.
  14. inizio del mese di febbraio con uno schema nuovo (nuovo per me, che lo avevo lì ad aspettare il SUO momento) per la mia agenda (Linda-ti-adoro-e-adoro-la-tua-proposta), che significa nuova impostazione, nuovi spazi, nuova ottica. adoro.
  15. le bandierine della festicciola del mediolo stanno ancora a far bella mostra di sè in salotto. e ci piace tanto questo colore diffuso.
  16. a brevissimo ci saranno i colloqui con gli insegnanti della quattordicenne. nuovi prof, nuove impressioni.
  17. ...

...ok, mi fermo qui.



Tutto in questi ultimi giorni.

La lista delle cose brutte non la scrivo.
E' molto più breve, ma molto più pesante.

Ci sono cose che non si possono cambiare, situazioni che vanno affrontate e gestite, per quanto faticose.

Come qualche sera molte sere al lavoro, quando arrivo alle 18 e alle 18,07 sarei pronta per ripigliare la borsa e tanti saluti.
Sono sufficienti 6 minuti scarsi a percepire l'aria pesante e il caos che devasta gli spiriti.
E invece no.
Mi fermo e resto lì, a discutere, a resistere alle sferzate di rabbia e dolore di chi ha davvero bisogno di una vita nuova.
Di chi nella lista delle cose belle ha davvero davvero troppo poco.
Resto per riuscire, a furia di scontri e bracci di ferro, a far entrare qualcosa in quella lista.
Un sorriso, un abbraccio.

E sono quelle sere che durano tante ore.
Ben oltre le 23.
Quelle sere che certe facce te le porti a casa e certi racconti assomigliano più a dei film, che alle vite di bambini e ragazzini. Perché certe vite non si scelgono, ma c'è qualcuno che ti ci spinge a forza. Oppure ti ignora, pur avendoti messo al mondo.
Quelle sere in cui arrivo a casa e mi abbandono sul divano, accendo il piccì e faccio scorta di energia e pensieri attraverso la Rete, svuoto la mente e la riempio di spunti gioiosi e motivanti. Che a certe ore qui tutti russano della grossa.
E scrivo liste come quella là sopra.

Perché lo dico sempre e mai mi stancherò di ripeterlo: 

siamo fortunati, 
non dobbiamo scordarlo mai!

Ricordiamoci di vivere ogni giorno con questa consapevolezza, non sprechiamo il nostro tempo e le nostre energie in cose inutili.


32 commenti:

  1. Era un po' di tempo che non passavo di qui, Carla. Le tue riflessioni mi arricchiscono sempre. Sembra di vederti, circondata dai tuoi splendidi pulcini e sembra di udire le loro frasi deliziose che spesso leggo su Fb e che mi fanno sempre intenerire e sorridere. Tornare a casa, dopo ore di lavoro difficili ed estenuanti, nel nostro nido, non ha prezzo. Grazie, cara. Condividere con noi tutto questo è davvero un regalo meraviglioso.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  2. Sì, siamo fortunati, io me lo dico spesso e lo ripeto ai miei figli... un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  3. Non dobbiamo farci sopraffare dalle cose brutte, altrimenti anche le belle non hanno ragion d'essere!
    Forza Carla sei tutte noi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo tutti una forza, se lo vogliamo!!! <3

      Elimina
  4. bellissimo post come sempre, è proprio vero che siamo fortunati, io ci penso spesso <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e fai bene, dovrebbero farlo tutti...

      Elimina
  5. Carla tesoro, mentre leggevo le tue cose belle sorridevo e pensavo al buonumore che ti avranno messo. Ecco le cose brutte non mi è piaciuto leggerle perchè ti ho pensata mentre facevi fatica ma poi mi hai ridato il sorriso con la tua frase finale. Un abbraccio sincero sincero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 e se me lo dici tu io sprizzo gioia da tutti i pori <3
      un abbraccio strizzante <3

      Elimina
  6. Io credo che lavori delicati come i nostri davvero ci insegnino a godere della nostra normalità...
    P.s. anche io avevo stirato tutto, ma la cesta è di nuovo stracolma :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehmmm.... non parliamo della cesta, valà... U.U

      Elimina
  7. Ciao Carla, è normale che la lista delle brutture anche se più corta persi molto di più di quella delle bellezze!
    Siamo noi a sentirle così! Però tu hai grinta da vendere e le brutture le combatti e le vincerai!
    Chi più chi meno siamo tutti piazzati alla stessa maniera.
    C'è sempre un sacco di meNTa pronto per tutti! Lìimportante è riuscire a digerirla bene!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non intendo "digerirla"... io la voglio fronteggiare armata della voglia di vivere e di tutta la bellezza che c'è intorno!
      penso che molto dipenda dall'atteggiamento, proprio ;-)

      Elimina
  8. Ho sempre saputo di essere una " privilegiata". I miei ragazzi hanno sempre saputo di esserlo. Ho una casa, un lavoro, tre meravigliosi figli. Che, da parte loro, hanno sempre avuto amore, affetto, coccole, sgridate, hanno pianto e c'è sempre stato qualcuno che li ha consolati. hanno riso e qualcuno rideva con loro. Hanno avuto libri, musica, giochi, biscotti e torte fatte in casa. Hanno avuto ascolto.
    Ed è tutto ciò che deve farmi - e farci - tenere il cuore sempre aperto, vigile ed attento, rispetto a tutto ciò che di brutto, triste e doloroso abbiamo attorno:cuore attento e vigile e la generosità, quella vera.
    E' tutta questa l'aria che si respira qua perciò....GRAZIE, Carla. Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 grazie a te, sei una gran donna e sono felicissima che tu lasci qui le tue riflessioni <3<3<3
      (ogni tanto vado a rileggere le tue parole, ti stimo <3)

      Elimina
  9. Ciao Carla, parole Sante! La vita di tutti i giorni ci porta a correre, correre sempre e a lamentarci, a farci prendere dal vortice dei piccoli grandi problemi e crea malesseri vari. Ho sempre sofferto di "malumori" ma da quando sono diventata mamma me li devo far passare velocemente perchè in realtà sono molto fortunata, ho un marito, due bellissimi bambini, una casa..ti sembra poco? A me assolutamente no! Si cambia prospettiva e si deve pensare solo alle cose importanti. Grazie per averlo sottolineato, qualche volta si può dimenticare... Un abbraccio, Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella tu <3
      un abbraccione grande <3

      Elimina
  10. "SIAMO FORTUNATI NON DOBBIAMO SCORDARLO MAI" me la sono segnata sulla mia agenda!!! :-)
    buona giornata cara carissima amica
    Sara

    RispondiElimina
  11. Ma quanto è vero.
    Ogni tanto bisogna ricordarlo e ricordarselo. =)
    Dani

    RispondiElimina
  12. Non dobbiamo scordarcelo mai mai mai! E più ci si pensa, più l'elenco delle cose belle aumenta :-)

    RispondiElimina
  13. Quanta energia positiva dalle tue parole!
    È bellissimo soffermarsi sulle cose belle, alla fine sono quelle che rimangono, i problemi passano ;-)
    Grazie per l'energia, a presto!
    Daniela

    RispondiElimina
  14. Ciao Carla! Come sempre sei super impegnatissima! Hai ragione bisogna fermarsi ogni tanto e pensare che siamo fortunati. Buon fine settimana!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. impegnatissima??? hihihi...
      ma quanto mi manca passare a leggere ognuna di voiiii.... e soprattutto lasciare un bacini, almeno U:U

      Elimina
  15. Hai ragione Carla, delle cose belle una lista infinita, le brutte non annotiamole anche se ogni tanto ci lasciamo sopraffare, perché come dici tu, siamo immensamente fortunati, non dimentichiamolo mai.. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 immensamente, hai proprio ragione, Silvia!!!

      Elimina
  16. E' molto bella la tua riflessione, ed è anche molto bello che lotti per ciò in cui credi!! Che il Signore te ne dia sempre la forza ♥

    Per "sdrammatizzare"... Sai cosa mi ha colpito di più della lista delle cose belle?? Che hai stirato tutto! Che dirti: TI INVIDIO! Ma solo un po'... :P :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...taci, va, che sono punto e daccapo... uff...
      ma ogni volta che finisco la pila è una gioiaaaaa! ^_^

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...