martedì 27 gennaio 2015

27 gennaio 2015. il nostro 27 gennaio

Un altro 27 gennaio.

Un altro giorno per non dimenticare.

Un altro momento per riflettere.

L'anno scorso abbiamo  (io e papone) parlato un po' con i nostri ragazzi di questa giornata, dei suoi significati ed è stato significativo ritrovare oggi nei loro ricordi quelle parole e quelle riflessioni.

Sono certa che almeno noi non dimenticheremo.



Oggi, sarà la giornata particolare, sarà pure il caso, sono accadute tante piccole cose che non voglio dimenticare, perché l'animo umano ha bisogno di ricordare quanto può essere crudele e violenta la natura umana, ma anche e soprattutto ha bisogno di dare valore a tutti i piccoli meravigliosi dettagli che compongono la nostra esistenza.


Ne abbiamo bisogno.
Necessitiamo di bellezza per una Vita che non sia solo sopravvivere.


Risvegliarmi al lieve respiro del cucciolo che verso le 4 si è intrufolato nel lettone (papone si alzava per andare al lavoro...).

Coccolarmi con un caffè bollente e battere ogni record di lavo-trucco-parrucco per arrivare puntuale (e in anticipo, yeppa!) al lavoro.

Sentire che le discussioni, gli scontri, il lavoro duro degli ultimi mesi stanno dando i frutti sperati, che tutte le fatiche e le tensioni stanno aiutando qualche giovane a cambiare vita, a riprendersi in mano, a scegliere una strada nuova.

Pranzare in auto, nel tragitto lavoro-scuola-nonni-lavoro ma in modo sano e nutriente, perché fare la mamma-taxi non deve significare trascurarsi.
E un caffè in meno alle volte fa solo bene.

Rubare una manciata di minuti al lavoro per scambiarsi col marito un saluto e faccine sceme via whatsapp.

Uscire dopo 8 ore di lavoro con gli occhi lucidi di felicità.

Fermarsi per strada a fotografare un cielo rosso accecante e caldo.

Venire travolta dall'abbraccio di un dodicenne sudaticcioepuzzone ansioso di raccontarmi della propria giornata.

Una volta a casa, sentire il tepore della tutona e dei calzettoni in ciniglia e pensare che non esiste alcun altro posto in cui vorrei essere se non qui.

Svuotare la lavastoviglie e sentire i dolorini in zona maniglie dell'amore per aver provato ieri un nuovo mini video di esercizi ritenuto al momento una sciocchezza. 
E ora invece esserne felice: dolorini uguale funziona.

Pulire le lenti degli occhiali tre volte in mezz'ora dalle impronte di piccoli baci scatenati.

Rassettare la tavola dopo la cena, mentre i miei tesori maschi sono a letto, al calduccio, al sicuro.

Asciugare i capelli alla quattordicenne, rubando qualche minuto per stare tra noi, per confidenze adolescenziali e pensieri tutti femminili.



E poi mettermi qui al piccì, poter mettere nero su bianco le mie piccole gioie quotidiane, così da ricordarmi sempre quanto siamo fortunati.


28 commenti:

  1. Grande Carla! Sottoscrivo il tuo nero su bianco parola per parola! Avere tanto, apprezzarlo, amarlo, viverlo con gioa riconoscendo che le nostre vite, seppur apparentemente un tantino complicate, sono privilegiate...è cogliere il senso della propria vita! È cogliere e accogliere questo meraviglioso dono, ricevuto e dato!
    Un abbraccio amica ♡♡♡

    RispondiElimina
  2. Che dolce che sei Carla, la tua famiglia è fortunata. Mi sei nel cuore <3

    RispondiElimina
  3. Che post meraviglioso Carla.
    Mi hai trasportato passo passo nella tua giornata ma sopratutto nelle tue emozioni. Sei fortunata e lo sai, ti ricordi di ricordartelo, e secondo me questo è la più grande "felicità" a cui si può aspirare... non dimenticare di ricordarsi di essere felici in quel momento, giorno, in cui lo si è. scusa il gioco di parole. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non "sono", ma "siamo", mi raccomando!
      perché la fortuna di essere qui, di essere vivi, di essere capaci di affrontare ogni accidente ci stia capitando... questa è la nostra fortuna <3

      Elimina
  4. Bello, bello, bello! Questo vuol dire sapersi godere la propria vita nel quotidiano! Brava Carla! Ma come hai fatto a pranzare in auto in modo sano e nutriente? Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (come ogni martedì, più o meno: frittata (a cubetti) di albumi con qualche verdurina, finocchi a spicchi, banana e qualche mandorla. ;-) )
      grazie Chiara ^_^

      Elimina
    2. Grandissima!!!!! Queste idee te le rubo!!

      Elimina
  5. Carla, questa tua pagina sprizza felicità!
    Sembrano cose normali e lo sono però il fatto di capirle, apprezzarle, gioirne non è da tutti.
    Sono felicissima per te e per la tua bella famiglia!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. Siamo tutti fortunati, basta saper guardare oltre come fai tu...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proprio vero: basta aprire gli occhi ;-)

      Elimina
  7. crescere assieme ai figli significa condividere con loro gli attimi di ogni giorno, anche quelli all'apparenza più "banali" e normali, non dandoli mai per scontati. I ragazzi immagazzinano tutto e tutto resta dentro di loro, dalle confidenze "adolescenziali" ai momenti in cui affrontiamo con loro il passato, la storia, la vita.Sono le loro fondamenta, siamo noi con loro. un grande abbraccio ad una donna speciale Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti vorrei come vicina di casa, Emanuela <3

      Elimina
  8. La mia non era una semplice influenza,bensì polmonite.Ma passo lo stesso per farti un salutino.Bravissima e commovente come sempre, cara Carla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma mia!!!!!
      spero davvero ora tu stia meglio!!!!
      certo che quest'anno è una strage...

      Elimina
  9. E sì, sono queste cose a farci respirare a pieni polmoni la felicità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. basta solo guardare le cose dalla prospettiva giusta ^_^

      Elimina
  10. Proprio vero, sono le piccole cose che fanno grande l'amore e la felicità! Non dobbiamo dimenticarcelo mai!

    RispondiElimina
  11. C'è amore in ogni singola parola che scrivi! <3

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...