mercoledì 30 aprile 2014

i giorni a sorpresa

Cinque giorni meravigliosi.

Cinque giorni liberi e non ho nemmeno ancora chiesto ferie.


Sembra un miracolo.
E' un miracolo...

"Carla, hai fatto talmente tante ore che non ti inserisco nel prossimo week end..."
Forse il Responsabile è impazzito, ma non sarò certo io a dirglielo!!!






lunedì 28 aprile 2014

ma tu lo sai cosa è il coltan?

Il nostro 25 aprile si è svolto secondo la più classica delle nostre tradizioni familiari.

Da sempre la festa di San Marco è una ricorrenza di festa, oltre alla motivazione nazionale, anche per la sagra che si tiene nella nostra parrocchia di origine: San Marco appunto, a Udine.

In particolar modo proprio il 25 si tiene la Quattro passi per Chiavris, una camminata di 6-7 chilometri che vede ogni anno un crescente numero di partecipanti, dai bambini alle famiglie, agli ex-giovani che nel tempo si sono allontanati, ma per questa ricorrenza tornano alle origini... come me!!!

venerdì 25 aprile 2014

ancora colpi di poesia

E anche questa sera son qui, a scrivere di fretta e furia, per rispondere alla sfida a colpi di poesia che Mamma al cubo mi ha lanciato... l'avevo già affrontata, ma mi piace così tanto che la voglio accettare anche questa volta!

Le regole sono semplici:

grazie Stefania!

Non posso più aspettare.

Devo assolutamente raccontarvi cosa è successo questa mattina, dopo giorni di appostamenti in attesa dell'arrivo di un pacchettino: quello che la incredibile Ste di Maghella di casa mi aveva spedito in seguito alla mia partecipazione alla sua iniziativa "Vinci il mio sapone", perché Ste ha una passione incontenibile per la creazione di saponi di ogni genere e uso. 
Una incredibile abilità e una grande fantasia nell'accostare profumazioni e olii benéfici per la pelle e non solo.

Quindi oggi ho nuovamente atteso l'arrivo della postina e l'ho colta sul fatto: stava proprio per appoggiare la bustona sul muretto!

giovedì 24 aprile 2014

i vostri rimedi e il link party di Nina

Oggi bodrei scrivere cobe barlo... chissà che risade...

Oggi ho la desta cobe un ballode, duddo ribbobba e si amblifica, adche la vocida del dadetto che si gode ben 11 giordi di vacadza...

Occhei, ora torno alla modalità scrittura-sana on.

Però sappiate che sono così raffreddata e afona che anche i miei pensieri abbondano di b e di d, nella mia testa!!!

A questo proposito sto scrivendo oggi. Un appello.

martedì 22 aprile 2014

i nostri lavoretti pasquali si ispirano a...

Ed eccomi qua, viva... e basta.
Senza voce, ahimè, e priva di capacità di respirare dal naso, di respirare di notte e di respirare mangiando. Tutto un carico di bacilli e virus variegati si è rintanato nella mia zona frontale, nasale e golale (ok, non mi sovviene il termine giusto, ma avete capito...).

Ma per scrivere la voce non serve, hehehe... basta la scorta di fazzoletti al fianco!!!

Oggi vogliamo mostrarvi le nostre creazioni pasquali, i doni che abbiamo preparato per i nostri parenti dispersi in giro per il mondo e che in parte devono ancora essere distribuiti (voi, parenti che leggete, se volete la sorpresa, sapete che dovete fermarvi qui e non proseguire con la lettura, eh!).

sabato 19 aprile 2014

Pasqua serena, Pasqua codivisa

Un augurio di buona e serena Pasqua 

a tutti voi che passate di qui

alle vostre famiglie, ai vostri cari,

perché questa festa porti Pace e Amore nei vostri cuori,

un po' di Serenità,

un sacco di Gioia

e tanta Speranza per la Vita che verrà.

Un augurio speciale a tutti voi

che condividete con noi 

le giornate e le avventure 

del quotidiano vivere <3


venerdì 18 aprile 2014

regalone a sorpresa arrivato e preparativi per Pasqua

Sorpresaaaaa!

Il postino suona sempre due volte?

Qui da me la postina suona una volta sola e se arrivi due secondi in ritardo se ne è già andata lasciandoti il tagliandino con le istruzioni per ritirare un pacchetto, una raccomandata o quant'altro richieda una firma.

Infatti, dopo la buca di ieri, oggi la aspettavo al varco.

E il pacchettino è finalmente nelle mie mani, sfreg sfreg sfreg...

mercoledì 16 aprile 2014

un mucchio di parole

So che sono una pigna, ma pace, fatevene una ragione e se proprio volete sorbirvi questo mucchio di lamentele e di proteste e di parole alla rinfusa, proseguite pure: lettore avvisato, lettore mezzo salvato.

martedì 15 aprile 2014

top of the post al volo

Appuntamento settimanale con Top of the post della carissima Koko, sarò rapidissima, perché questa settimana sarà davvero sovrumana e  terminerà solo lunedì dell'Angelo con un turnino in finito tipo 7-23.
Questa volta posso pubblicare perché durante la settimana mi sono annotata i post che mi hanno colpita maggiormente e stanotte ho fatto una ulteriore selezione, ecco il risultato della mietitura (se avete visto Hunger Games, non ridete).

sabato 12 aprile 2014

essere donne, tra cupcakes e Caia

E anche per oggi niente ferro da stiro, accidenti!!!

Ma, dopo la settimana di cui abbiamo già raccolto le briciole, ho deciso di dedicare un pochino di tempo a me, approfittando di questo week end a casa.
La prossima settimana sarà parecchio intensa, dal punto di vista lavorativo, ma anche per gli impegni familiari.
Lo so bene che talvolta serve prendersi cura della propria mente e della propria persona, al di là del farsi la doccia e del mettersi la crema antirughe... e magari andare dal parrucchiere, di tanto in tanto. Il salone dove vado 3 volte all'anno (ammetto che ne avrei bisogno più spesso, ma di più proprio non ci riesco...) mi attende mercoledì per tagliare tagliare e sistemare 'sto cespone.

Nell'attesa ci siamo coccolati qui in casa.

venerdì 11 aprile 2014

di ritardi e denti suicidi

Prendete un giorno a caso, uno di quelli pieni di annotazioni e appuntamenti e faccende da sbrigare.

Metteteci vicino un ritardo mostruoso e piuttosto allarmante (per vostro marito, più che per voi, già-mamme di casa...) del ciclo. Ritardo che si risolve in un'improvvisa inondazione degna delle cascate del Niagara. Niente sorprese.
Ma una stanchezza che neanche dopo la maratona di New York (che non ho mai corso...), quella sì.
Una spossatezza da pseudo-anemia acutissima e da sonno arretrato incalcolabile.

E la mente leggermente annebbiata, lo spirito un pochino affranto (perché dopo quattro giorni voi vi eravate già dipinte panciose e  nuovamente multimamme, lo sapete che è così, anche se i conti non tornerebbero...) e già avevate pensato a riorganizzare casa, che in sei sarebbe stato il caso di rivedere la distribuzione delle camere... ma no. 
Non serve. Tutto resta così com'è. Marito non lo sa, ma può stare tranquillo.

Bhe, in un giorno come questo di ordinaria follia, in un momento qualsiasi del pomeriggio, la gentilissima segretaria dello studio dentistico chiama e vi scuote "noi vi stiamo aspettando... le impronte per l'apparecchio..."
...OCACCHIAROLAILDENTISTAAAAA!!!!

mercoledì 9 aprile 2014

centrifughe multitasking, cannucce e tempere

Rimettendo mano ai cassettoni della cucina, nel vortice del riordino e decluttering compulsivo in cui sono finita ultimamente, mi è ricapitata in mano la vecchia cara centrifuga per asciugare le verdure.
E chi non ne ha una, nella propria cucina?
Insalata, radicchio, spinacini, bietole... tutte le verdure che laviamo e non consumiamo subito, vanno passate in quest'affare, affinché venga eliminata l'acqua in eccesso e ci durino almeno un altro paio di giorni.

Vecchia, cara, logora e inseparabile centrifuga mia!!!!

Ma se, per una volta anche lei si dedicasse ad altro?

E se la datata strìzzavedure volesse prendersi una pausa per occuparsi di qualcosa di diverso?

Che ne so... e se volesse darsi alla pittura, ad esempio?

martedì 8 aprile 2014

giveaway, swap e top of the post ... stampabile!

Ed eccoci di nuovo qui, oggi, perché ho le idee (tante e piuttosto confuse) che ribollono nella testa e devo assolutamente metterle fuori, anche per rispetto nei confronti delle amiche blogger con cui ho scelto di impegnarmi... quindi ecco quanto!!! mettetevi comodi ^_^

nuova avventura: #conparolealtrui

Ci sto pensando da un po'.
Lo dico sempre, perché ho bisogno di lasciar sedimentare le informazioni, per capire se sono importanti, se sono in sintonia con la mia me che poi le cose le fa. Che non sempre coincide con la me che le pensa, ma questo è un altro discorso...

Comunque, dicevo, qualche settimana fa ho incontrato un ashtag che mi è piaciuto subito, che mi ha fatto tornare ai tempi del liceo, quando tenevo la smemo più grossa e pesante del pianeta nello zaino, dove i compiti per casa erano relegati alla fascia inferiore della pagina, per non rovinare la mia arte, la mia me stessa che trovava spazio attraverso disegni, citazioni, firme e dediche dei compagni, dichiarazioni di amore eterno per quel belloccio della quintaggì, carte delle chewing-gum ritrovate in fondo allo zaino dopo la gita, bigliettini con le litigate/riappacificazioni/ri-litigate/rotture-definitive/ri-riappacificazioni con l'amica del cuore...

lunedì 7 aprile 2014

una sfida a colpi di poesia

Ho preso un impegno, sabato sera... con la mia amica Teensy, di Opticallilluscion.

Era da un po' che non mi taggava e devo ammettere che questa qui è una tag carinissima, non me la lascio sfuggire ^_^

Si tratta di una sfida a colpi di poesia... una cosa diversa dal nostro solito cicaleccìo, molto stimolante e curiosa!

La regola prevede che io debba postare una poesia e poi sfidare cinque blogger a fare altrettanto, che dovranno sfidare a loro volta altri cinque blogger... ma dalla lettura della tag alla pubblicazione potranno passare solo 24 ore!!! Pena, il ritardatario dovrà regalarmi un libro. 

Io penso che tutto sommato si possa fare,no?? 

...e poi la sfida non è così difficile da affrontare, edaaaaiiii!

venerdì 4 aprile 2014

riparto da me ... e la Peppa attende!!!

Ci sto lavorando, eh!

Ce la sto mettendo tutta per ripartire bella carica: la voglia c'è, le basi le stiamo costruendo, la ragionevolezza sembra aver trovato in nostro indirizzo (perché ci vuole una buona dose di logica e ragionamento per ricostruire il funzionamento ottimale per una famiglia di cinque persone... ma anche solo di due, eh! e a ben vedere anche di un single che deve farsi carico di una serie di impegni e lavoro e studio... lo ricordo bene ^_^).

Oggi un passetto alla volta stiamo facendo progressi.

La stampante faceva righe anomale di colore: preso e studiato il manualetto della manutenzione, risolto tutto in tre minuti senza dare in escandescenze.

La tastiera "piatta" del nuovo pc mi sta facendo impazzire: inverto lettere, schiaccio tre tasti alla volta, devo ritornare indietro almeno cinque volte per ogni paragrafo: pazienza, tanta pazienza, rileggo almeno quindici volte... e via!

Stamattina avevo un sonno pazzesco (papo ha ospitato a tradimento nel nostro lettone il nanetto stanotte, offrendogli ospitalità mentre io ancora ero al lavoro: ho la schiena rotta dalle sue amabili ginocchia piantate esattamente al centro della mia schiena e si è pure svegliato alle 6,00 a causa della luce che passava attraverso le fessure della persiana esigendo la colazione... nooooo, ti prego, ancora un'altra ora, ti prego, ti prego ti pregoooo).

giovedì 3 aprile 2014

il tempo della ri-partenza

Quando ci si accorge di girare a vuoto, significa che è giunto il momento di fermarsi e fare il punto.

E' arrivato questo momento per me.

Dopo la rivoluzione di orari e mansioni lavorative, ho dovuto riprendere in mano tutta la gestione familiare, l'organizzazione generale della casa, la destinazione del mio tempo. 
Il gioco del Tetris, come amo dire sempre io, è quello che preferisco e proprio in questi giorni anche Enrica mi ha fatta sorridere e riflettere su questo aspetto della vita di ogni donna, madre oppure no.

Ma quando è troppo, è troppo: l'equilibrio si spezza e ci si fa prendere dalla fretta, dal correre dietro a ciò che si è dimenticato, dal rimediare ai casini che si ingarbugliano sempre di più.

Quando martedì alle 12,30 mi sono trovata a chiamare i (santi) nonni per accordarmi sul pomeriggio (dello stesso giorno!) che i miei pargoli avrebbero dovuto trascorrere da loro, mi sono resa conto che mi ero scordata di chiamarli almeno il giorno prima, ma soprattutto che non li avevo chiamati affatto per l'intero week end!!! 
In più, sia mia mamma che mia sorella mi hanno (proprio esplicitamente) detto cose tipo "sei molto occupata", "hai tante cose da fare", "mi sembri molto impegnata" ...

Ohibò, che succede???

linky e premi... mi son persa qualcosa?

Un po' mi vergogno, eh... il tempo passa e io ho un paio di cose grandi e belle nel cassetto, che aspettano il tempo e la pazienza necessari... ecco, il momento è arrivato!

 della bravissima e internazionalissima Lola Godoy con il suo RedecoraTE con Lola Godoy.



Io vi dico solo che i partecipanti sono in questo momento ben 136.... tantiiiiiissiiiimiiiiii !!!
Che aspettate? Forza, unitevi alla squadra!! ^_^

Ora veniamo alle riconoscenze, che ci sono delle blogger che penseranno che mi son scordata... nooooo, ho preso confidenza con questa macchina nuova, nera e velocizzzzzzima e ora sono pronta a ritirare i premi ^_^
Ho un pc nuovo, ma quanto a "che", non mi faccio mancare nulla, hehehe...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...