mercoledì 29 ottobre 2014

oggi non avevo in programma un post

La lista delle cose da fare oggi recita:
-consegna pargoli alle relative scuole
-gasolio
-carica 50 euri su conto per pasti asilo
-paga bolletta
-sessione esercizi quotidiana (30 minuti)
-doccia
-cerca programmino per editare foto
-aspirapolvere in tutta casa
-stiro a oltranza
> Nel mentre: preparazione pranzo e coccole ai cuccioli.
-ore 18,00 lavoro.

Cioè, quando uno dice organizzazione.
Ti pare.
Alle volte sembra perfino ovvio.

'nfatti.

Consegnati i pargoli.
Faccio per uscire dal parcheggio e l'auto ha detto NO.
Cioè.
Lei non ha parlato, eh.
E' che si è spenta.
E non si è più messa in moto.
Messaggio limpido e chiaro IO-NON-CI-STO.
Attacco le 4 frecce, visto che il luogo della presa di posizione dell'auto è proprio in mezzo allo stop, che a filo passano le altre auto.
In quello suona il cellulare; papo.
Papo, ti amo, sallo.
"Aiuto! si è fermata la macchina! Che ca....volo faccio?"
"Ti stavo chiamando giusto per dirti che sto salendo in una zona dove il telefono non prenderà...".

sigh

Scendo, piazzo il triangolo rosso in bella vista (che le 4 frecce non erano abbastanza chiare e TUTTI si fermavano in coda).
Indosso la casacca alta visibilità.
Che da un senso di potere, eh!
Tutti ti guardano.
E ti compatiscono, alle 8 di mattina.

Tralascio le altre mezze conversazioni con il papolo.
Praticamente in codice morse.
Chiamato il mio papà con i cavi.
Arriva, attacchiamo.
Nulla.
Non va.

Il telefono inizia a dare segni di batteria in esaurimento.
Dico un paio di preghierine e prometto che sarò bravissima.
Almeno finché riuscirò a gestire questa cosa.
Poi non so.

Assicurazione, papolo ha nominato l'assicurazione...
Cerco le carte, trovo.
Evvai! Abbiamo l'assistenza in caso di guasto in strada.
Chiamo.
Lascio i dati a un registratore.

5 minuti e mi chiama una signorina a cui lascio di nuovo i miei dati, quelli dell'auto traditrice, quelli dell'incrocio.
Contatterà lei l'officina e il carro-attrezzi.
Grazie, benedetta assicurazione mia cara.
Ora capisco perché ti paghiamo tanto: devi averne di pazienza quando chiedi i dati di un'auto a una donna in stato di agitazione generale. E in casacca arancione fluorescente.
Comunque: "attenda un po'" ("un po'" che misura di tempo sarà?).
"Un po'" dura circa mezz'ora, sapevatelo.
Poi arriva la telefonata del carro-attrezzi che avvisa che sarà lì tra una decina di minuti.

Arriva, fa il giro del mondo per trovare una posizione idonea per caricarsi l'auto.
L'omone sale al posto di guida e in un nanosecondo disinstalla il freno a mano elettronico dell'auto dal cambio automatico.
Io già lo adoro: ho letto la procedura sul manualetto tre volte e ho desistito.
L'omone baffuto vacilla "dov'è il gancio di traino?"
Eccccchennesoio.
Sgarfa in ogni pertugio dell'auto e niente.
Estrae magicamente da una sua cassettina un gancio, lo avvita non-ho-capito-dove bofonchiando "speriamo che tenga" e via che si porta su l'autobus che mi trovo per macchina raccomandandosi "stia indietro, che non si sa mai: non è proprio il suo gancio".
Attimi di ansia.
Che a me la macchina servirebbe anche domani, tipo. Intera.

L'auto sale che è un piacere.
"che dice, proviamo a fare 10 euro di gasolio, non si sa mai?"
Porcapaletta.
Lo sapevo io che avere fiducia nei computer delle auto prima o poi mi avrebbe fregata.
"Se lo dice lei, proviamo"
Chiaramente abbiamo fatto 20 euro col bancomat.
Manco 10 euri nel portafogli.
Così lo sguardo compassionevole me lo sono beccata anche dal benzinaro.
Anche senza giacchetta arancione.
E nulla, non ci sono segni di miglioramento.

Destinazione: concessionario.
Mezz'ora per la diagnosi all'auto.
5 minuti di pit stop in bagno per me, che quei giorni sono proprio questi qui.
Ovvio.

Ripasserò nel pomeriggio a ritirare l'auto.
Paga il papolo, eh!

Mi incammino verso casa e mi rendo conto che a pagare la bolletta e a ricaricare i pasti devo comunque andare oggi.
Allungo un pochino il giro e punto alla banca.
Chiaramente oggi è mercoledì, la piazza è piena di gente perché c'è il mercato.
E io sono in tuta e bella sgarufata.
Se ti metti in tiro, non incontri un'anima, se sei sgarufata c'è il mondo.
Non dubitatene mai.

Mentre rifletto su questi dettagli, arriva la luce della mia giornata: un messaggio whatsappante di un ex collega (ora espatriato) che sta organizzando una pizzata.
Che nel nostro lavoro si condivide parecchio, non solo qualche ora.
E' una sorpresa meravigliosissima.
Un raggio di sole in una mattinata... diciamo solo in una mattinata.



Ok. 
Cammino verso la banca con indifferenza.
Ricevo un messaggio dalla libraia "è arrivato uno dei due libri, può passare quando vuole".
Oooooh! Finalmente gira bene: ora prelevo, verso sul conto per i pasti dell'asilo e vado a ritirare il libro. 
Tiè.
Questo non era nemmeno sulla lista.

Banca.
Inserisco la tesserina.
Seleziono PRELIEVO.
E niente.
Vuoto totale.
Non ricordo il codice.
Mi viene un po' da piangere, ma mi trattengo.
Cerco se per caso in un momento di debolezza posso aver salvato il codice nel telefono.

No, sono troppo ligia alla sicurezza. 
Niente annotazione.


Esco dalla banca.
Segue whatsappata con il papolo.



No.
Ma ce la faccio, eh.



Ora, dopo aver sistemato alcune cose, altre averle spostate a domani e aver preparato il tappetino per la mia mezz'ora di esercizi, ho buttato giù questo post allucinante.

Perché?
Perché spero abbiate riso tanto come me.
Io, dopo una mezz'oretta iniziale di panico, ho riso tantissimo.
Anche se mi fossi incavolata (e con chi, poi?) mica sarebbe ripartita la macchina!




E ho pure trovato questa massima, girovagando su facebook.
Deborah. Prendiamo nota.



34 commenti:

  1. Che bella mattinata tranquilla, eh?!
    Sei sopravvissuta alla grande...puoi tentare qualunque impresa, ormai!
    Baciiiii!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. son cose...
      sopravvivere, intendo ;-)

      Elimina
  2. Carla, fai una cosa... pizza con chi vuoi e poi una bella birra se ti pace, tanto se è alcolica fa lo stesso effetto della camomilla ed è più b buona!!! :)))
    Comunque sei arrivata alla fine viva e v egeta!!!!!!!!! CE L'HAI FATTA!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pizza zero, che ero di turno e quindi nisba.
      mi capita sempre così, uffaaaaaaaaa!

      Elimina
  3. Yeppa!!! Vabbuò dai, io me la sono cavata con meno.. però ste auto che c'hanno la brutta abitudine di abbandonarci proprio nel momento del bisogno non le sopporto!!!! Malefiche!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi secondo me lo sanno quando è il momento meno adatto, eh! c'avranno un sesto senso... sono femmine, no ? ;-)

      Elimina
  4. Questa le supera davvero tutte, Carla!
    Io sarei andata nel panico, perchè la mia fiestina è un mezzo vitale e se dovesse fermarsi cadrei nella disperazione!!!
    Bella la massima, me la segno per i momenti nebbiosi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. annotiamoci e impariamo.
      non si sa mai, i momenti difficili arrivano, sicuro sicuro! ^_^

      Elimina
  5. Ciao Carla
    che giornatina tranquilla hai avuto, non ti sei fatta mancare proprio niente... nemmeno quei giorni.
    I tuoi post sono sempre molto piacevoli da leggere :)
    Buona pizzata con i colleghi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mi stavo mettendo di impegno per essere più concisa e ordinata, anche nei post.... poi arrivano questi giorni e.... ^_^

      Elimina
  6. Brava Carla! Sei passata al livello superiore...

    RispondiElimina
  7. Solo tu puoi trasformare una giornatina così in una risata! =)))
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ero sulla via della disperazione, ma poi ho iniziato a pensare a come avrei reagito io se me lo avessero raccontato....
      e ridiamoci su, valà! ^_^

      Elimina
  8. Non ho riso, perché so che cosa si prova in questi casi ma il finale mi ha fatto molto sorridere...secondo me, hai reagito alla grande!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evvaiiiiii!
      grazie per la comprensione ^_^

      Elimina
  9. Risposte
    1. Fantozzi non so, ma sicuramente la nuvoletta deve essere da queste parti, eh! ^_^

      Elimina
  10. Mammamia che odissea!
    Però dai magari tra un pò ti ricorderai di questa mattina ta e scoppierai a ridere :))))
    Sei fichissima in arancione :P
    Baci
    Giovanna

    RispondiElimina
  11. GRANDE!!!!!!!Hai ragione, in situazioni così allucinanti l'unica è farsi una risata....tanto ad incavolarsi non succede nulla di buono, anzi, a me che soffro di stomaco viene pure una bella colica........
    un abbraccio........e birre almeno due! Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora recupererò le birre magari nel fine settimana, che non lavoro ;-)
      a presto ^_^

      Elimina
  12. che giornata! ma come sempre ne esci a testa alta! brava! ti meriti la pizza!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora me la faccio questa seraaaaa!
      almeno recupero ;-)

      Elimina
  13. hahhahahahahahhahha!! va che bella mattina!! mica ti lamenterai che sei annoiata no?hahahah povera mia!!! cmq ho capito dal tuo racconto anche io perché le assicurazione sono così costose...SEI FANTASTICA! hahaha
    MAAAA li esercizi li hai fatto direi no? avanti in dietro mi sa hai perso 3 kg!
    Un bacio amica!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccerto che ho fatto gli esercizi!
      sfortunata sì, ma almeno bella tonica, eh! ^_^
      baciiiii! <3

      Elimina
  14. Carla tanto a te non ti ferma nessuno!! ;-)
    Ma ora almeno il pin te lo ricordi? (scusa, deviazione professionale... :-P )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il pin mi è tornato in mente la mattina dopo (ma tranquilla, so dove sta la carta magica ;-) )
      ...meno male che è arrivato il fine settimana, va!

      Elimina
  15. Ma come fai Carla? Forza d'animo o cosa?
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...facciatosta? abitudine? rassegnazione? ridiamoci-su-altrimenti-ci-buttiamo.dal-terzo-piano? ^_^
      no dai, alle volte è necessario fermarsi e centrare il punto: posso fare un miracolo? no, quindi.... non resta che sorriderci su ;-)

      Elimina
  16. Carla!!!!!!!!!!!!!!!!
    Posso aggiungere qui sotto e in anticipo......
    TANTI AUGURI DI BUON ONOMASTICO PER DOMANI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Un bacione enorme!!!!!

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...