lunedì 9 giugno 2014

di sole, di festa, di turche traditrici

Ragazzi,   avete visto che sole?

Lo so che lo avete visto, ne avete goduto, ve lo siete spalmato, ne avete abusato.
Lo so.

Avrei voluto anche io, ma, come capita, i programmi per me erano altri.
Ma non mi scapperà più: d'ora in poi voglio abusarne come i matti, voglio ubriacarmi di caldo e di luce, voglio sentire il calore che entra nella pelle e l'acqua che rinfresca ed evapora.
Sì, lo voglio. 

Sabato è stata una festa immensa. Altro termine non c'è. 
La classe del medio, le maestre, il parco, la grigliata, i dolci, i giochi, le corse.
I bagni, le spintonate, le turche traditrici.


Lo sapevate che le turche tradiscono? 
Ve lo dico io. Fidatevi.
Le turche intese come bagni/wc mancanti della tazza, quelli consistenti in un buco nel pavimento e fine. Per intenderci.

Se entrate in un bagno-con-turca in dieci nanerottoli (scusate lo sfogo mammesco: bleahhhhh, orrore e raccapriccio!) per riempire gavettoni e pistolette ad acqua e siete i più piccoli, tipo 11 anni, 11 anni, 11 anni, 11 anni, 11 anni, 11 anni, 10 anni, 10 anni, 10 anni, 5 anni è molto probabile (dico molto, ma intendo quasi certo) che finiate schiacciati contro la parete (ribadisco bleahhhhh) e che inavvertitamente scivoliate nella suddetta turca con un piede. (senso di vomito, stomaco che si ribella a questa immagine, ma tant'è)
Son cose che succedono.
Seeeee, soprattutto dopo che la mamma vi aveva minacciati di morte se vi foste infilati in quel bagno schifosamente puzzolente con tutti gli amici di fratellone, il quale è talmente euforico che non sa più di avere famiglia e fratello al seguito.
Ma la turca è traditrice, io ve l'ho detto.
Se in preda al panico voi, con il piede nel buco, vi aggrappaste alle maglie dei compagni di bagno e vista la loro improvvisa fuga, ai tubi del bagno stesso (bleahhhh, l'ho già detto?) nel tentativo di ri-impossessarvi del vostro piede, bhe, la turca, dopo aver tentato con tutti i suoi bordi spigolosi e graffianti di trattenere con sé il piede (eau de pied, sempre meglio di eau de m**d, diciamocelo) decide di liberare il malcapitato e malconcio piede e di trattenere la scarpa. Proprio quella bella scarpina che vi aveva reso tanto felice, quella che doveva accompagnarvi per tutta l'estate, tra parchi e passeggiate nei boschi. Quella che avevate acquistato un mese fa. Scarso.

Quindi la mamma si imbufalisce, vi arpiona per la vita e vi trascina in auto e via verso casa. Nel bagno sicuro e pulito che amiamo tanto. 
Poi vi infila nel bidet sotto scrosci e scrosci e scrosci di acqua e disinfettante e quasi quasi soda caustica (ho detto quasi quasi).
E voi (nanerottolo cinquenne) siete ancora terrorizzati, "mamma, non parliamo più di questa cosa, che ho paura di morire".

E così a casa ora c'è una scarpina tutta sola soletta, che si annoia da morire.


















E che tenta anche la fuga.... chissà se vuole raggiungere la sua sorellina, laggiù, nel fondo perduto dove è stata prontamente risucchiata dal destino...


E così la festa festosa del sabato se n'é andata tra risa e prese in giro per questa caviglia tutta graffiata.
Le compagne 11enni e 10enni si sono prese poi cura del pargoletto come delle chiocce con i pulcini. Una dolcezza infinita.
Meno male che il piccoletto si è distratto dal terribile incidente, valà.

La domenica al lavoro ha riservato all'incirca... nove ore di discussioni animate e sinceramente già dopo mezz'ora avevo voglia di tornare... anche alla turca, vi confesso!
Ma lo stipendio va guadagnato e quindi è andata. 
Meno male che è finita presto. 
Alle 23,00.

In ogni caso abbiamo iniziato una settimana intensa, ci mancano gli ultimi giorni di scuola (qui si frequenta fino a mercoledì) e ci prepariamo per l'inizio degli esami di terza media della grande.
Primo scritto sabato 14. Ma è normale? Vabbhe, pazienza.
Abbiamo commentato: prima inizia e prima finisce!

Che poi si abbina perfettamente all'allestimento del pranzo di oggi.
Lei lo ha disposto così

mi pare adeguato, no?

Riso integrale con mais e lenticchie in padella.
Pasto leggero, ma ricco per gli studiosi che devono concentrarsi.

33 commenti:

  1. povera scarpina sola soletta xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..guarda, è meglio che me la levo dagli occhi inidirizzandola verso il bidonazzo dell'indifferenziata, così il nervosetto mi passa... sgrunt!!!

      Elimina
  2. Che disavventura! Mi dispiace per il tuo piccolo! Certo che la scarpetta mette un po' di malinconia da sola! Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. terrore puro, il piccoletto è davvero segnato! non deve essere piacevole rendersi conto di non riuscire a riprendersi un piede...

      Elimina
  3. ahahahahah povero pasticcino che ha paura di morire! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non l'hai visto in faccia: paura allo stato puro! Guai a riparlarne... chissà che strana sensazione, eh! Poveretto...

      Elimina
  4. Ma che tenerezza!!! ....e poi che creatività quel piatto, si merita grandi risultati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. incrociamo le dita!
      ma detto tra noi: io sono certa che farà un figurone, si sta impegnando un sacco!!!!

      Elimina
  5. Hahhahahahaahhaha!! Guarda, so i le 3:46 del mattino, non riesco a dormire, vengo a leggere tuo blog e.... STO PER MORIRE!! ho le dite del piede tutte rotolate in dentro dello scifo! ma allo stesso tempo sto morendo dal.ridere!! e adesso??devo.dormire??? mi sa che se ci riesco ho incubi tuttA notte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Schifino, eh!!??
      mi spiace molto per la tua insonnia... io invece non la conosco proprio, il sonno è sacro e sono fortunata!!!
      Ma sai che ho visto che assieme ai tuoi commenti mi sono arrivate le mail di lavoro inviatemi dal mio responsabile? insonne pure lui...

      Elimina
    2. Hahahhaah lui insonne o rompi.... hai due opzioni a cui pensare! ;)

      Elimina
  6. Ci riprovo, evvaiiiiiii.....ora riesco carissima!
    Ecco..., a riguardo della scarpetta...,, anche i miei bimbi, ancora passegginomani, qualche lustro fa, hanno fatto evadere una scarpetta, in escursione ad Auronzo, montagna. E una in centro a Cortindico mai, in passeggiata. E una ciabatta al mare.
    Ma mai, dico mai, in una turca.
    Succede comunque.... con i bambini sono cose quasi normali.... :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. facciamo finta che sia normale O.o... a noi non era mai capitato (fortunatamente) di perdere scarpe o ciabatte in giro... ma questa volta abbiamo fatto bingo!!!

      Elimina
  7. Son cose che possono succedere e....io non amo i bagni comuni. Ne sono sempre stata il più lontano possibile. Una volta ero in un'altra città e mi scappava, sono entrata in un bar e ho chiesto di poter andare in bagno. Quando mi sono affacciata li dentro (non entrata) c'era una puzza vomitevole e un liquido indefinito (piscio?) per terra. Ebbene è stato tanto lo schifo che l'urgenza è passata e ho aspettato fino al ritorno a casa per andare nel mio bagno, cioè qualche ora dopo. Potenza dello schifo eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido la tua schifiltosaggine per i bagni pubblici, li evito più che posso... brrrrr, schifino massimo...
      ho letto della tua vita da nonna super felice.... ne sono felicissima ^_^

      Elimina
  8. mi spiace ....ma tutto si risolto al meglio..con una bella festa!un bacione alla prossima simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, alla fine si è quasi dimenticato il terrore... anche se ha detto che non potrà frequentare la scuola primaria, visto che nei bagni dei maschi c'è la turca... ma ci penseremo a tempo debito... ^_^

      Elimina
  9. Nooo poverino!! E povera scarpetta, che fine brutta!
    Comunque Carla tu hai un dono nel scrivere, fantastica come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie ^_^ e scusa se ultimamente passo di rado... ufffi.... mi faccio certe full-immersion ^_^ !!!

      Elimina
  10. mi sono dovuta fermare dopo l'immagine della turca e poi riprendere dopo, come da te segnalato...conati!
    Povera la scarpetta...ma povero cucciolo con la paura di morire. tante coccole dalla ziaSaravirtuale!
    un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci passiamo l'abbraccio, grazie Sara!!!
      pare sereno, eh, dopo la disavventura...

      Elimina
  11. Carla, rido spesso leggendo i tuoi post.... ma stavolta sto morendo dal ridere.... ho le lacrime agli occhi!
    GRAZIE! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio prenderla con il sorriso, ti pare ;-) ???
      Un abbraccione Daniela ^_^

      Elimina
  12. Spassosissima come sempre! Troppo tenero il piccolo Cenerentolo....chissá magari una principessa turca verrà a cercarlo...
    Un abbraccio ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. santi numi!!! chissà quando scoprirà che le turche sono anche le donne della Turchia, che shock!!!

      Elimina
  13. Oh mamma! Non si ride delle disgusto-disgrazie altrui, ma con questa storia della turca mi hai fatta sbellicare! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. porello.... ma devo ammettere che a posteriori ho riso anche io, mamma degenere...

      Elimina
  14. Poveroooo!!! Caspita si deve essere spaventato tanto... E la scarpettina tutta sola... :( Comunque mi hai fatto morire dal ridere e concordare con tutti i tuoi bleah >.<
    Il 14? ma manca pochissimooo O.O non la invidio per niente, ma fagli i migliori imbocca a lupo!!!
    A presto!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Risponde CREPIIII e incrocia pure le dita dei piedi ^_^
      Un bacione, cara Jess!!!

      Elimina
  15. Che schifo...ma che ridere!
    Peccato per la scarpina!! Erano davvero carine!!
    In bocca al lupo per sabato!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. creeepiiii! ^_^
      scarpine riacquistate, quasi uguali, per dimenticare al più presto...

      Elimina
  16. Povera scarpina tutta sola soletta!!!
    Il piatto che hai preparato lo trovo molto invitante, io adoro questo tipo di pietanze... molto bello anche come lo hai preparato... l'occhio vuole la sua parte!!! ciao alla prossima carissima Carla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio affettuoso, cara Manu, sei gentilissima ^_^

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...