venerdì 30 maggio 2014

una serata musicale

Gran serata, quella di mercoledì 28 maggio.

Davvero grande emozione e orgoglio e soddisfazione, ammetto.

Mercoledì 28 maggio 2014 si è tenuto a Udine il concerto intitolato NUOVI PERCORSI DI ESPRESSIONE CREATIVA, che ha visto la partecipazione sullo stesso palco di alcuni grandi professionisti  percussionisti che suonano alla Scala di Milano, allievi percussionisti dei conservatori di Udine e Trieste, i cori che fanno parte dell'iniziativa Musicainrete e il laboratorio corale della scuola di Castions di Strada (UD).

Finalmente una grande attività attorno alla musica, all'educazione musicale, alla promozione di attività corali e non solo per i ragazzi.


Dopo tante prove, tante tensioni e parecchi sudori delle insegnati, finalmente i cori che aderiscono al progetto Musicainrete hanno realizzato la grande esibizione a cui è stato dedicato tempo ed energie e sacrifici anche per le famiglie di questi ragazzi. 
Noi siamo una di queste famiglie.
Al link trovate spiegato di cosa si tratta, meglio di come potrei fare io.

Volete farvi un'idea della dimensione dell'evento? Eccovi una foto rubata alla serata...


Vedere quei ragazzetti che solitamente smanettano sui cellulari come assassini, che ascoltano musica gggggiovane, che si vestono tutti simili e strizzatissimi.... vederli tutti lì schierati e sentire come sanno utilizzare la propria voce in modo armonico, coordinato, in diverse lingue, supportati solo dalle percussioni dei maestri di Milano e da alcuni allievi è stato emozionante davvero. Da mano tremolante. E si vede dalle foto...

Perfino i nostri pargoli maschi hanno provato un brivido nel salutare la sorellona che marciava tutta pettinata-truccata-camiciata di bianco tra i compagni di coro.
Hanno incredibilmente accettato di camiciarsi pure loro, per l'evento.


Prima e ultima volta, che io con le camicie... non c'ho tempo da perdere per la manutenzione stirifera...

E così, prima di poter ascoltare i frutti di prove e riprove (perfino a Milano siamo andati!!!), ci siamo goduti una serie di esibizioni dei professionisti. 
Ammirazione massima, va detto. Quelle sono persone che suonano tamburi, xilofoni, piatti e mille altri strumenti a percussione da una vita e riescono a tirare fuori melodie da mezzi impensabili.
E trasmettono tutta la loro passione e competenza.
E sono anche simpatici e alla mano. 
Anche se magari normalmente vengono diretti da Muti, o Bernstein e se bazzicano alla Scala come fosse casa loro. Che poi un po' lo è.



Ma l'emozione di ascoltare i giovani cantori delle scuole di canto delle medie e superiori è un'altra cosa. 
E' che son figli nostri, insomma. 
E' che c'hai speso i week end per portarli il sabato e/o la domenica a teatro per cimentarsi con quei brani lì.
Da "Impressioni di settembre", a "Gam gam gam", a "Quantas sabedes". Che se a voi non dicono nulla, pace. E' per farvi capire quanto spazia il repertorio su cui si sono preparati.

Tutto esclusivamente accompagnato da percussioni. Davvero un ottimo lavoro e una grande soddisfazione per gli insegnanti e per i ragazzi.

Detto questo, non capisco una cosa.
Che per molti sarà un dettaglio.
Ma sono una mamma apprensiva e puntigliosa, abbiate pazienza.

Non capisco perché nel fascicolo che è stato distribuito a inizio serata le diciture avevano una stranissima disposizione, una proporzione un po' fuorviante, diciamo così.


Mi chiedo... ma quale sarà il titolo della serata?

Poi ci si pensa e si comprende chiaramente che il fatto di avere tra noi umani i maestri (di indiscutibile fama!) della Scala di Milano, sia un fatto talmente eccezionale da doverlo mettere in evidenza per attirare l'attenzione, fino al punto di porre in secondo piano la centralità dell'iniziativa in sé. 
Il valore della musica proposta come attività per ragazzi e per il valore stesso della attività può venire dopo.

Ecco.
Questa è la mia amarezza.
Polemica e rattristata. Prendetemi così.
Sono pur sempre una mamma che ha fatto avanti e 'ndrè millemila volte da casa a teatro per otto mesi.
Che ha sostenuto la figlia anche quando avrebbe preferito starsene al piccì la sera, o uscire con le amiche quando le prove erano di sabato pomeriggio.
Magari un pochina di soddisfazione a questi disgraziati di ragazzi si poteva anche dare...

Ah, all'interno, dopo i riferimenti ai dati biografici di alcuni dei maestri, non compare nemmeno l'elenco delle singole scuole di coro che hanno partecipato.

Proprio non riesco a capire dove sta la gratificazione per l'impegno di questi ragazzi. 
Sono forse cecata io?

La serata è stata comunque un successo e questo conta davvero!

31 commenti:

  1. Già, peccato per il volantino...a vederlo così sembra che ci siano solo i professionisti...
    Al di là di quuesto, tantissimi complimenti alla tua ragazza!!
    Per un'occasione così nel val la pena stirare un po' di camicie! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma solo questa volta, eh! ora non crediamoci ometti.... ^_^

      Elimina
  2. Altro che! Condivido sul volantino ma che vuoi....chiamiamola lisciata ai grandi professionisti? Ai ragazzi resta solo un ricordo....ma che ricordo! Complimenti per la tua corista mammina...e queste sì che sono soddisfazioni!!!
    Bacioni♡♡♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già già soddisfazione ai massimi livelli ^_^ ^_^ ^_^

      Elimina
  3. complimenti alla tua ragazzi...una grande emozione!
    hai ragione su tutto specialmente nel non perdere tempo a stirare...un bacione a presto simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono già tutti avvertiti, la prossima volta sarà almeno per la cresima della grande ^_^ hihihi...

      Elimina
  4. In effetti sembra molto marketing e poca emozione dal volantino... lascia perdere, se la corista è stata felice e tu orgogliosa, quello è l'importante :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, bhe, certo non mi faccio rovinare l'entusiasmo da questo, ma dispiace davvero vedere buttare via queste opportunità per poi criticare i ragazzi...

      Elimina
  5. Che bello, complimenti alla tua bimba ( che tanto bimba non è più ) Una bellissima esperienza e che soddisfazione misto ad orgoglio deve essere stato vederla li' sul palco a cantare ^__^
    Hai tutte le ragioni sul volantino.... mah!!!
    A presto!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jessica, è stata proprio una grande emozione... *_*

      Elimina
  6. Hai tutte le ragioni per essere amareggiata Carla! Comunque tanti complimenti alla tua ormai ragazza! Un bacio :)

    RispondiElimina
  7. ora capisco perche sono sempre meno I giovani che si impegnano in queste belle iniziative..... perche non li valorizzano come si dovrebbe. li si accusa solo di essere amorfi. e allora invece di parlare solo di social e ignorasnza parliamo di questi eventi e lodiamoli, no? complimenti alla tua ragazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è che c'è sempre quell'aspetto lì che prende il sopravvento e oscura il vero valore delle cose. E oramai non si tratta di bambinetti, loro sentono la superficialità e se chi di dovere non crede in loro, allora capisco che preferiscano evitare!!!
      Questa è una mia riflessione: mi guardo bene di sottolineare a lei questa faccenda, altrimenti mi/le darei la zappa sui piedi ;-)

      Elimina
  8. La musica è una risorsa preziosa per i ragazzi, sia come arricchimento personale che come luogo di aggregazione sana.
    Meritavano sicuramente più risalto, ma resterà loro senz'altro un ricordo indelebile.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ricordo sarà sicuramente inciso nella memoria! questo è sicuro!!!
      Buona notte ^_^

      Elimina
  9. Wow che orgoglio deve essere stato per te! :) Congratulazioni, peccato per il volantino sarebbe stato un bel ricordo per il futuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, peccato davvero. Oltre al ricordo, la dichiarazione pubblica di una cosa bella, di una esibizione attribuita ai veri protagonisti... sarebbe stato il massimo!

      Elimina
  10. Che emozione xò!!! lascia stare il volantino (che hai tutta la ragione) questa esperienza é un bagaglio per tutta la vita! io da mamma avrei pianto tutto il tempo!hahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... io avevo la scusa del mega raffreddore per soffiarmi il naso ogni cinque minuti... hehehe... ;-)

      Elimina
  11. Ciao Carla! Mi vedo già la scena tra il Grafico e il Cliente - ore 18,00 - Cliente: "La scritta del Teatro alla Scala di Milano la metta bella grossa!" e il Grafico: "Ma così grande sembra che l'evento si svolga alla Scala di Milano, non a Udine...." e il Cliente "beh ma, il titolo del progetto è scritto in mezzo!lo scriva un po' colorato..." e subito dopo aggiunge: "Me li stampa per stasera?".
    Ma si!!!!! Come dal salumiere: mi affetta 2 etti di prosciutto???
    Cara Carla, hai ragione!!!Ma non c'è neanche un logo con il nome della scuola??? (quelli in basso in prima pagina scommeto che sono sponsor, vero?)L'evento in sè parte bene, con i buoni propositi, con persone professioniste che sanno essere anche umane, danno un bell'esempio ai giovani, adulti di domani. Peccato questo dettaglio!!!Meno male che ci sono genitori come te che portano i loro figli in questi ambienti di condivisione, dove la musica UNISCE ed emoziona ancora!!Il programma "declutteralo" nel bidone... è solo un pezzo di carta, il ricordo della serata lo porterai nel cuore!Congratulazioni alla tua ragazza!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun logo, nessun cenno... nulla di nulla, una vergogna...
      solo sponsor e nomi altisonanti...
      ma vabbhe, noi ci teniamo le foto, l'emozione e l'orgoglio, che sono infiniti ^_^

      Elimina
  12. Eccomiiiiiiiii in ritardo eh ma ci sono carissima piano piano recupero tutti i post persi. Ma che soddisfazione immensaaaaa immaginoo ^_____ì
    e concordo con quello che hai detto, ormai si vedono solo ragazzini con cellulari, vestiti tutti allo stesso modo, che guardare queste foto davvero è una gioia...un abbraccione carissima e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh, appena varcata la soglia del teatro erano tutti nuovamente online, s'intende ;-) , ma intanto hanno sicuramente sperimentato cose importantissime!!! Baciiiiiii!

      Elimina
  13. Mi dispiace per il volantino, e anche per i ragazzi che si sono impegnati tanto... diciamo che questo, almeno secondo me, non da proprio il messaggio giusto... comunque: felicissima per te e la tua ragazza!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, si tratta di un messaggio ai ragazzi stessi e magari anche a quelli che hanno fatto da spettatori, no?
      Un abbraccione, Vivy!

      Elimina
  14. eh sì carla credo che funzioni proprio così. si dà importanza ai 'grandi' per attirare gente più possibile, forse alla città di udine manca un po' di fiducia, ma l'importante è che i ragazzi si siano divertiti e la gratificazione sarà arrivata sicuramente
    carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La soddisfazione personale c'è sicuramente stata per tutti, erano gasatissssssimi!!!!
      Peccato per il resto: è un'occasione persa, tutto sommato, proprio per la città!
      Buona notte, amica nottambula ^_^

      Elimina
  15. penso che tu abbia pienamente ragione ..una piccola soddisfazione a chi si impegna con tanta passione era d'obbligo .. comunque spero sia stata lo stesso una bellissima serata .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì'. è proprio quello che intendevo, una soddisfazione per l'impegno e la costanza!!!
      La serata è stata bellissima ^_^ emoziooooneeee!

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...