lunedì 3 febbraio 2014

e voi a che gioco giocate?

Buon lunedì a tutti!!!!

Prima di dedicarmi alle vicende leggere e curiose di questa pazza dimora, vi devo segnalare un film che ieri ho potuto vedere in seguito alla partecipazione ad un cineforum cui ho presenziato per lavoro. Vi anticipo subito che la critica lo ha smodatamente aggredito per lo stile e alcuni dettagli definiti "inverosimili", ma io mi sento di citarlo e di consigliarlo a chi non si stanca di cercare materiale e punti di vista differenti sulla tragedia dell'Olocausto, di cui avevamo parlato proprio il 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria.
Si tratta de "Il servo ungherese", per la regia di G. Molteni e M. Piesco, uscito nelle sale nel maggio 2004. 
Il film è dedicato a tutti gli artisti che hanno perduto la propria arte e la propria vita durante il massacro ad opera dei nazi-fascisti. Non voglio raccontarvi la trama (che potete trovare al link precedente), mi limito a dire che questa pellicola racchiude tanta amarezza, tante contraddizioni, tanto orrore nascosto nell'animo umano. O disumano, verrebbe da dire. Personalmente ho apprezzato i personaggi: in balìa delle emozioni contrastanti dovute ad una situazione assurda come può essere un lavoro da SS, una vita dedicata alla morte di altri, mentre la coscienza si fa strada in mezzo al fumo denso e acre dei forni. 
In seguito alla visione del film, abbiamo avuto la fortuna di ascoltare le testimonianze degli orrori che sono stati vissuti presso la Risiera di San Sabba da un fortunato ex-prigioniero, sopravvissuto alla prigionia e ai bombardamenti della città di Trieste. E i racconti del figlio di un ex deportato, che sta dedicando la sua età da pensione per diffondere la verità sui campi di sterminio, sulle vicende ancora non pubbliche, attraverso la sua attività nell'ANED, Associazione Nazionale Ex Deportati. Se vi interessa documentarvi sull'argomento, vi consiglio di andare a leggere sul loro sito.

Detto questo, voglio tornare a un argomento che avevamo lasciato in sospeso due giorni fa... il mio nano medio. 
Un undicenne che oramai sfiora il metro e mezzo di altezza. Altro che nano.

Il cartello che troneggiava sulla porta della sua camera, sabato, diceva 

Vietato entrare, genio al lavoro.



Il suo regno è questo, subito dopo aver riordinato, eh!!!


Mi chiedo come possa farci i compiti, lì in mezzo...

E come contraddirlo? 


Ecco, quindi, la sua laboriosa opera. Non attendetevi alta tecnologia: si è arrangiato con quello che ha trovato in giro per casa. Cartoncino, nastro adesivo, una batteria, una molletta da bucato, del filo elettrico, una lampadina e la molla di una penna a scatto. E il famoso tubicino di gomma a cui ha aggiunto un filo metallico rigido perché mantenesse la forma.



























Te l'avevo detto, io, che mi piacevano le pilette da lettura dell'IKEA.

Io sono rimasta senza parole.

Avrei voluto fotografarla in uso, per dimostrarvi che funziona benissimo. Ma il geniaccio ha deciso di modificare... non so cosa, quindi stamattina ho trovato i pezzi sparsi: in costruzione ci sono altre mini pilette da viaggio. Non so quanto devo preoccuparmi, prima che mi causi danni irreversibili alla casa...

I materiali che lui utilizza, al di là delle cosette di uso comune, provengono da due scatole gioco della Clementoni "L'elettricità", della serie Scienza e Gioco. Consiglio questa collezione a chi vuole stimolare i bambini a sperimentare e comprendere il mondo in cui viviamo, sono molto chiari e semplici. Abbiamo anche un paio di scatole relative ai dinosauri e ai reperti fossili, un paio sulla natura e la vita delle piantine (con relativa mini-serra) e "La chimica", devo dire che quest'ultimo mi preoccupa non poco, viste le velleità da genio pazzo del ragazzo.

Mi sento di consigliare tutta la serie, di cui vi lascio un link, molto sinceramente e senza retribuzione pubblicitaria: qui sono sempre regali graditi e sfruttati tantissimo! A titolo informativo, vi dico che costano dai dei/sette euro fino ai 35 circa... mica male, no?

E i vostri bimbi (figli o nipotini che siano...) che genere di gioco preferiscono? Sono i wii-dipendenti che anche i miei puntano a diventare, o si dilettano con carta e matita? o ancora con lego e meccano (esiste ancora???) ? 

Ditemi, raccontatemi e ...consigliatemi anche altri giochi, che non ce n'è mai abbastanza!!! 

50 commenti:

  1. I miei figli sono ancora piccoli, ma stanno già dimostrando una netta preferenza per i giochi di manualità! Chissà se tra qualche anno riusciranno a fare lavoretti "brillanti" come quelli di tuo figlio!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me molto dipende dagli strumenti che gli forniamo, ma anche da quello che ci vedono fare...hai presente quando lasciano l'ultimo mucchio di regali di Natale sfavillanti per dedicarsi a pentole e mestoli??? ^_^
      E con una mamma come te...non dubito che diventeranno curiosissimi e fantasiosi!!!

      Elimina
  2. Resto estasiata quando leggo di ragazzi che impiegano il loro tempo ad aguzzare l'ingegno facendo lavorare contemporaneamente le mani. Immagino quanto tu debba essere orgogliosa dei tuoi figli! Sei una mamma in gamba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, sono moooolto orgogliosa <3
      Grazie, devo dire che molto dipende da quello che vedono attorno a sè, non credi anche tu?
      Buona giornata!!!

      Elimina
  3. mamma mia ma è genio sul serio o.O no ma, diglielo, che lo stimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io glielo riferisco, ma se si monta la testa...poi te lo spedisco ate, eh!!!???
      ;-) baci!!!

      Elimina
  4. Ciao Carla, potrei dirti che cosa faceva il mio da piccolo, miniaturismo di modellismo auto. Faceva teche in scala, (sulla mia falsa riga ;) ed ora??? Miniaturismo in scala di auto. Complimenti al cucciolo "medio"! Ciao...bacio. NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico: monta e rimonta quei cosetti minuscoli...
      Bravissimo fin da piccolo!!! Ecchecedevifa'...passione è passione!!
      E per forza: ha preso dalla mamma, no? ^_^

      Elimina
  5. Non ho figli ma sarei orgogliosissima di una cosa così, io da ragazzina ero più per "mamma mi serve una luce per leggere, andiamo a comprarla!"
    I giochi di cui parli li conosco perchè il mio nipote IlGrande - anni 5 - mi ha chiesto per Natale quello misto, fossile da trovare, vulcano da far eruttare, piantine da innaffiare e scheletro da esaminare... ho gradito molto la richiesta però devo dirti che lui è un drogato di videogiochi e appena ne ha l'occasione si pianta a giocare con cellulari altrui... per ora quindi non saprei identificarlo, è incuriosito un po' da tutto, e questa è una cosa buona, chissà cosa preferirà una volta trovata la sua identità....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confesso che anche i miei, se lasciati liberi davanti all'apparecchio malefico, vengono attratti inesorabilmente nel vortice...ma io ho posto dei limiti di tempo, altrimenti diventano piccoli sparaflashati!!!!
      ^_^ basta poco per stimolare la loro iniziativa, in fondo ^_^

      Elimina
  6. ma che ben vengano questi geni, e menomale che ci sono ancora bambini...ops.. ragazzini ,così come il tuo, che amano giocare ancora così, ad inventarsi nuove cose anzichè starsene davanti un pc o un videogioco, credo sia giusto alla loro età sperimentare cose nuove e i giochi che hai citato tu l'aiutano molto in questo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci scommetto sul fatto che sceglierebbe questo alla tv o ai videogiochi, dal momento che non hanno il permesso di passarci ore ed ore...ma quando ci si mette, saltano fuori cose incredibili!!!
      Bisogna aiutarli attraverso proposte accattivanti, no?

      Elimina
  7. Spero che un giorno i miei figli preferiranno i giochi manuali. Sono piccoli ma sono già attrattissimi dalla tecnologia. é vero anche che sia io che mio marito siamo super tecnologici, ma cerco di negarglielo quanto più possibile. Insomma, vedremo se un giorno riusciranno ad ingegnarsi come il tuo nano medio. Nano una volta.... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, con la tua manualità penso che gli dai l'esempio tutti i giorni!!! E quei "no" ogni tanto servono anche a questo: a sperimentare nuovi modi per ...non annoiarsi ^_^
      Tu non sai quante volte anche quel pazzo lì mi dice "mi annoio"...

      Elimina
  8. complimenti al tuo undicenne, ingegnoso davvero! Della collezione scienza e gioco abbiamo anche noi qualche pezzo, come il laboratorio in cucina, e devo dire che sono bei giochi, ben fatti e stimolanti. Ma spesso possiamo offrire anche noi occasioni di gioco intelligente con cose che ci sono in casa; talvolta basta proporre di piantare qualche seme in giardino per far scoprire ai nostri figli un modo nuovo e antico di giocare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te: basta cercare nelle attività di casa, per trovare spunti interessanti anche per loro!!!
      Grazie Gio ^_^

      Elimina
  9. Un vero genio tuo figlio! Complimenti! Buona settimana! Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, riferirò!!! ^_^
      Buona settimana anche a te!

      Elimina
  10. bellissima la piletta, penso che anche il mio Topastro tra qualche anno adorerà costruire, per ora si limita ai Lego, cartone, rotoli, ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..allora è già sulla buona strada ^_^ d'altronde, con una mamma che progetta case in miniatura!!!! ^_^

      Elimina
  11. Senza parole anch'io....ingegnosissima la piletta da lettura!!
    Quei giochi della Clementoni sono davvero bellissimi, anche la mia piccola ne ha qualcuno, tra cui "L'ecosistema", per fare la pioggia, e "Il mondo sommerso", che è poi la casa di Mario e Luigi.
    Buon inizio settimana! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela ^_^ è vero, ce ne sono alcuni davvero incredibili: il nonno ha costruito con loro la casa ecosostenibile!!! Ingegnosissima!!!

      Elimina
  12. Che bravo il tuo genietto!!!
    Il mio Binotto ha solo 3 anni e mezzo: disegni, costruzioni e fantasia sono i suoi cavalli di battaglia!
    Buon lunedì!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ si comincia così, no???
      Buona settimana, Anna!!

      Elimina
  13. Un piccolo genio sta crescendo direi! Undici anni. Io una pila da lettura non saprei costruirmela neppure ora che ne ho 34!
    Bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, da creativa per sbaglio a creativa sul serio...io non saprei dirti da chi abbia preso, eh!!!

      Elimina
  14. Ma tuo figlio è geniale, è venuta davvero stupenda la sua piletta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Genio, artista... ma resta un disordinato incurabile, eh!!!
      Meglio così che davanti alla tv, in ogni caso!! Evviva la sua genialità ^_^

      Elimina
  15. Magnifico !!!!! tuo figlio e' un genio e' da ammirare . Bravissimo !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi gli ho fatto leggere il post e i commenti con tutti i complimenti: è arrossito fino alle orecchie, amore mio <3 !!!

      Elimina
  16. Davvero un genietto, il tuo ragazzo! Io non saprei da dove iniziare! :)
    Buona settimana, Carla e a presto!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...neanche io, per la verità...da chi avrà preso???
      Baci, carissima Maria Grazia!

      Elimina
  17. Risposte
    1. Già, oggi, poi, con l'occhio di bue!!! Orgoglioooosoooo!!!

      Elimina
  18. Ok, tuo figlio è un GENIO!!! Io alla sua età guardavo art attack, e la maggior parte delle cose non riuscivo a farle, tuo figlio invece ha 11 anni ed ha costruito una piletta da lettura...... O.O Sono senza parole... e chissà come sarà tra dieci anni *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia perdere, va, che con i giornalini di Art Attack mi sta riempiendo la casa di creazioni incredibili... è proprio passione ^_^

      Elimina
  19. Grande il tuo piccolo Archimede.
    Creativo, innovativo, e ... con rara...rarissima attitudine a soddisfare i suoi bisogni senza passare obbligatoriamente per il "mamma mi compri...". Che orgoglio Carla!
    Visitato velocemente il sito dell'ANED. Mi hanno colpito le foto di
    Simone Gosso nella sezione mostre.
    Ps. Realizzato tre gufetti ieri. Le cuginette si sono divertite. Un abbraccio anche da loro. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che sul cartello di cui parlavo ieri aveva disegnato proprio Archimede??? Vanesio, oltre che creativo!!!
      Mi fa molto piacere che tu abbia visitato quel sito, è veramente ben fatto e molto interessante.
      Che emozione, i gufetti son piaciutiiii *_* bello bello *_*

      Elimina
  20. Oh mamma O_O non avevo tutti i torni allora quando ho scritto, nel mio scorso post, che i tuoi figli sono dei veri geni!
    Credo non sarei mai riuscita a costruire una cosa del genere io a quell'eta', credo non ci riuscirei nemmeno adesso xD pensa tu...
    Che belli questi set che hai citato col link *_* ma quando ero piccola io queste cose dov'eranoooo? Mi sarebbe piaciuto tantissimo quello dei pianeti e quello di botanica! Ho sin da piccola avuto un debole per queste due cose :)

    Un bacio cara ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ne sarei capace...dovrei mettermici di impegno!!!!
      Ti confido: quelle scatole son fantastiche anche per i non-più-bambini... ehmmm... ^_^

      Elimina
  21. che brava il tuo genietto!!!!brava Carla!!!complimenti!per adesso il mio piccolo distrugge solo casa..speriamo bene!ti abbraccio simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...ho visto le foto di ieri...hihihi: scatenaaaatiiiii!!!!
      Vedrai che si appassionerà presto anche lui a qualcosa di più "costruttivo" e meno "devastante" ^_^

      Elimina
  22. Cara cara Carla che ingegno tuo figlio , soddisfazione ! Le mie apprezzano puzzle, libri, pentolini, bambole e cucinare con me : tutti giochi il più possibile di stoffa e legno con qualche eccezione plasticosa ... Nel sito le lutin rouge se nn ricordo male ci sono giochi creativi e scientifici un po ' diversi, dai un'occhiata . Poi mi racconti chi nn dorme da te ? Un abbraccio dal treno verso il lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie!!! Andrò a vedere ^_^
      Qui tutti dormono, tranne me. Di natura ghiro, i miei turni di lavoro finiscono verso le 23, quindi poi arrivo a casa carica e con la testa pienissima. E chi dorme più??? E quindi passo qui, a rilassarmi con voi ^_^
      Buon lavoro, allora!!

      Elimina
  23. Io sono strutturalmente contraria a regalare ai bambini, in qualsivoglia occasione, qualcosa che non sia un gioco. Per non farmi odiare eccessivamente dai congiunti mi oriento spesso sui giochi Clementoni e Focus Junior, Veramente belli e ben fatti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 amo quei giochi lì!!!!
      Non sono così rigorosa (anche l'abbigliamento rientra nei miei regali) ma se gioco deve essere, allora lo voglio stimolante!!!

      Elimina
  24. E "da grande"? Fisico? Ingegnere? Ad ogni modo semplicemente geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credi che lui vorrebbe fare il ...mammone??? O_o
      E' proprio bravo, vedremo come andrà avanti crescendo, non vedo l'ora... <3

      Elimina
  25. Ciao Carla, chapeau!!!!! grande! ma è bellissima ed ingegnosissima la piletta per leggere, tanti complimenti al tuo cucciolo!
    ciao ciao, flò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie da parte sua, è davvero mooolto emozionato nell'apprendere tutti i vostri complimenti... piccolo grande cucciolo ^_^
      'notte!!

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...