sabato 28 dicembre 2013

...ogni tanto capita anche a me...

Inizio già scusandomi con chiunque avrà l'ardire di proseguire la lettura. 

Non è giornata. Ma qui lo posso dire senza arrecare danni con le parole, senza mutilare arti, senza ferire inutilmente chi amo.

Già non mi piace l'aria con cui mi avvicino al pc, oggi. 
Già non mi piaccio io, oggi.
Già la giornata è partita malissimo. 
Già avevo la crisi di nervi sotto la pelle.
Avevo già le lacrime agli occhi.


Penso di essere arrivata a fine corsa. 
Penso che la fine dell'anno incida in qualche modo sul mio equilibrio. 
O, più probabilmente, il momento di rilassamento dopo le corse senza fiato dei giorni scorsi sta facendo sbriciolare la me stessa che conosco.
E non sopporto nulla. 
E niente mi sembra andare nel verso giusto. 
Perfino un semplice battibecco con la mia dolce metà mi pare avere l'aria della fine del mondo.

Son quei giorni in cui mi sento mamma, moglie, donna di casa, sguattera e cameriera. Ma non me stessa.
In cui noto le briciole sul tavolo e mi urta il fatto che chi le ha sparse non si sia preoccupato di pulire.
In cui risvoltare 20 paia di calzini prima di gettarli in lavatrice mi sembra un compito ingrato e che sarebbe a carico dei proprietari dei calzini stessi.
In cui lavo il pavimento per la terza volta in tre giorni, pretendendo che resti pulito per 48 ore. Me tapina.
In cui mi sembra che ogni oggetto lasciato fuori posto sia una mancanza di rispetto verso di me.

Sì, lo so che il problema è nella mia testa, non certamente fuori, tantomeno nelle persone (poverette!) che vivono con me.

So bene che questo è l'inizio della fine. 
La fine sarà quando alzarmi la mattina diventerà una fatica. A ben vedere lo è già stato.Come scalare una montagna.
La fine sarà quando non sopporterò il rumore altrui della masticazione del boccone, a tavola. A ben vedere, oggi non ho pranzato con loro.
La fine sarà quando inizierò a gettare nella spazzatura tutto quello che è stato abbandonato sul pavimento della sala, come fosse spazzatura veramente. A ben vedere ho già fatto pure quello.
La fine sarà quando mi darà noia il dover riporre tutta la biancheria stirata (pronta lì da tre giorni) che nessuno ha ancora avuto il lume di riordinare. A ben vedere la noia ha già superato il mio limite di sopportazione e la bacinella è ancora là, davanti alle camere.

Ma a questo inizio della fine c'è anche un termine.
Ho deciso che questa tortura finirà con stasera. 
Con il turno di lavoro a sorpresa che mi è stato comunicato stamattina. 
16-23, piove sempre sul bagnato.

E da domani si parte per nuove avventure. 
Punto. 
Volta pagina. 
Lettera maiuscola. 
Perché non sopporto di sentirmi così.

PS : io vi avevo avvertiti!

28 commenti:

  1. E se questo senso di frustrazione tu lo usassi per trasformarti in un generale di suddivisione dei compiti?
    La casa è di tutti coloro che la vivono, indipendentemente dalle rispettive età, quindi la gestione delle cose della casa va divisa e non c'è alternativa.
    Delega.
    Si meno severa con e stessa che rischi di non trovarti più..
    Delega.
    Le cose non saranno precise ma con il tempo diventeranno meglio..
    Insomma ripigliati il tempo per te, sei madre, moglie non schiava!! Ripigliati il tempo della Donna meravigliosa che sei.
    Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hei, la croce rossa è arrivata!!!! ^_^
      Sto così giù (ma solo fino a stanotte, eh! O_o) perché ho delegato e mi sono imbufalita: non perché le cose non erano "come le voglio io", ma perché non erano fatte affatto! E alle parole "ma è il tuo ruolo"... ho capitolato. So che non è giusto. So che devo sfoderare gli artigli. Ma domani. Oggi mi crogiolo nel senso di ingiustizia e di umiliazione. Aggratis.
      Comunque stanotte, vengo qui a rileggere le tue parole. Per partire col piede giusto. ^_^

      Elimina
  2. Mi rivedo in quello che scrivi... Non oggi, ma spesso... Giorni in cui tutto è dovuto a tutti ma non a te... E quando ti lamenti ti guardano con un sorriso e ti dicono che è colpa tua se si è arrivati a questo, perché non sai farti rispettare... Ed il baratro si apre sempre di più... Meglio che rileggo il commento precedente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, ecco, allora non sono pazza! In realtà a me non dicono che non so farmi rispettare, ma che ho voluto io quello che ho e ora devo starci dietro... Ma è lo stesso!
      Rileggiamoci le parole di Micol, valà ^_^ !

      Elimina
  3. Tranquilla, capita anche a me... penso: ma possibile che non vedano (e in realtà mi riferisco a mio marito perchè i bimbi sono troppo piccoli per "vedere" da soli)? E poi guarda che in giornate così avere un turno, anche imprevisto, fuori casa non è male: vai al lavoro, comunque "stacchi" dal motivo della tua arrabbiatura e torni a casa più serena... almeno a me capita così. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marito, figlia tredicenne...
      In ogni caso...sì, confido proprio nel turno a sorpresa per ridare il giusto peso alle faccende ^_^!!

      Elimina
  4. Ma quali scuse...hai tutta la mia comprensione, e non solo la mia visti i commenti di sopra...io ho solo una figlia e un marito e spesso mi sento dare dell'esaurita...il turno imprevisto non può che fare bene! Domani andrà meglio, ne sono certa! Un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, ci spero proprio!! Alla prossima! ^_^

      Elimina
  5. Povera Carla! Non ti abbattere, riprenditi, fai un bel sorriso e non ci pensare più! Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi, dopo il turno a sorpresa...è tutta un'altra storia!!!
      Grazie Angela ^_^

      Elimina
  6. Ma.... l'ho scritto io questo post???
    Avrei usato esattamente le stesse parole e descritto le stesse situazioni (soprattutto leggere dei calzini da girare mi ha fatto pensare finalmente di non essere la sola al mondo a trovare utile e doveroso, che sia fatto da parte dei proprietari degli stessi!).
    Carla cara, anche a me capita di sentirmi esattamente così, ogni tanto....per fortuna poi passa....senza motivo apparente.
    Stai su... =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa, passa, ma che storiaccia, quando ci finisci dentro U_U
      Occhei, mi sto riprendendo, dai!!!!

      Elimina
  7. Quanto il mio stato d'animo si rispecchia nel tuo sfogo, Carla...ma siamo forti. E andiamo avanti. Ti abbraccio.
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo fortissime, anche perché non mollerei mai!!
      Grazie del sostegno Maria Grazia!! ^_^

      Elimina
  8. ti capisco carla!capita anche a me!domani andrà meglio!baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yesss! Per domani c'é già in progetto una gitarella sulla neve...si comincia una nuova avventura ^_^

      Elimina
  9. argh! qui ci vuole un bel respiro e una boccata d'aria ossigenata :-) Marito e figli devono darti una mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! ...fatto: stamattina piccolo meeting familiare dove ho messo (per l'ennesima volta) un po' di puntini sulle i, e speriamo bene. ^_^

      Elimina
  10. Tranquilla, Carla.Il periodo natalizio fa sentire molti così, compresa me.Ti abbraccio forte, forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Sarà il periodo, sarà il relax (what's relax ? ^_^ ), sarà che ci son sempre 1000 cose...mha, comunque pare meglio, grazie ^_^ !

      Elimina
  11. a volte le brutte giornate arrivano e non si può far nulla :-(
    spero che oggi vada meglio! Però sappi che ti capisco e ti abbraccio perchè spesso per una donna non è facile, spesso si da per scontato che tocchi a lei tener pulito, lavare, riordinare... Io sto cercando di spiegare a mio figlio che è giusto che metta in ordine i suoi giocattoli, che non deve toccare le tende con le mani impiastricciate di cioccolato, che a volte è giusto che mi dia una mano a mettere i suoi vestiti nel suo armadio e che i calzini, pantaloni, maglie e mutande vanno messi nel cesto dei panni sporchi dopo averli rivoltati nel giusto verso :-D
    Puoi sempre indire una gara con un piccolo premio per chi da una mano a mamma a tenere la casa un po' più in ordine e pulita :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...uhmmm... proprio così, sono le stesse cose...amica mamma ^_^ ! Oggi meglio, anche perché ho imparato da un'amica comune: io non voglio stare così!!! ^_^
      Un abbraccio mammoso !!

      Elimina
  12. Capita un po' a tutti :S ci sono giorni in cui neanche guardare fuori dalla finestra appena sveglia mi tira su il morale, in cui vorrei rispondere male a tutti e fare dispetti, fare i capricci, fregarmene dell'università e restare nel letto a fissare il soffitto...MA....l'importante è che ci sia sempre un MA. :)

    Un bacio affettuoso
    Teensy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, ieri sarei rimasta nel letto, giuro...poi la giornata è stata un trascinarsi e arrabbiarsi...
      Ma oggi basta! Il MA è arrivato ^_^

      Elimina
  13. aaah secondo me sabato c'era qualcosa di strano nell'aria, anche io ero uno straccio, influenza a parte, proprio psicologicamente ero uno schifo!!!! Dai consolati non eri l'unica e, da come ho poutot leggere, è stata solo questione di un giorno!!! Forza Carla!! che sei la mejo!!! un abbracio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, è passata! Ma mi pare che siamo una bella squadra qui, che dici? le vostre parole sono sempre dolcissime ^_^ !

      Elimina
  14. mi dispiace risponderti solo ora a questo post, ma so che questa giornata è passata (leggendo gli altri post dopo) anche se giorni come questi ci sono ci saranno.. alcune volte anche io mi sento nervosa frustata di non riuscire a fare tutto come vorrei ..ma a volte fare tutto da sola non è facile e noi dovremmo solo prendere la cosa in un altro modo ..facendo le cose che si possono fare e rimandare ciò che non si può.. senza rovinarsi la giornata per queste cose..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione! E' che quando inizi a scivolare lungo quella china, non c'è pensiero positivo che tenga, vero? u_u...
      Comunque, mi fa sinceramente piacere che tu sia passata a leggere anche di questa giornata terribile lasciando un tuo pensiero: mi fa sentire proprio a casa <3!
      Grazie Maria Luisa ^_^

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...