venerdì 8 novembre 2013

giornata... senza titolo


Ciao a tutti!!

Questa giornata è stata terrificante, dal momento in cui ho postato il sondaggio in poi. Dalle 11,00 circa.

I miei progetti prevedevano una serie di faccende domestiche, dalla lavatrice, al pane nero (utilizzando una felicissima scoperta: alla coop vendono i preparati della viviverde, bio!), ai biscotti di Ste-Maghella di casa (che ho leggermente modificato, sostituendo parte della farina "normale" con quella integrale e il lievito con il bicarbonato...e ho quadruplicato le dosi per poter tirare avanti un po'...), alla crostata di Erica-Semplicemente Oggi per la colazione di domani (poi finisce subito, lo so...). Il tutto incastrando abilmente i tempi di impasto, lievitazione, ritaglio, con l'accensione della lavatrice e del forno (mai contemporaneamente, che qui succede un black-out e siamo fritti!). Se poi riuscissi a passare l'aspirapolvere...

Il solito tetris quotidiano, insomma, trovando anche il tempo di ritirare il piccolo dall'asilo, portare il medio a catechismo e stare un po' in casa a infornare, visto che lui-medio poi va direttamente a casa di un compagno... aaarghhh!! Avevo scordato che la grande il venerdì va a basket, dall'altro capo della città! E...doppio aaarghhh!! Il maritino non la porta ad allenamento oggi: dorme, a causa di un'anticipo del suo orario di lavoro... E ora??

Ora si molla tutto a metà, dopo aver cucinato "due su tre" (tutto sommato non male). La lavatrice ha viaggiato una sola volta. Pazienza. Non mi risulta che domani vada in ferie.

E viaaaa su e giù per tangenziali, rotonde (che al buio sembrano tutte uguali e dopo un po' non capivo più dov'ero...sob...), fino alla benedetta palestra. E poi...niente, il piccolo si è addormentato. Avrà pure quattro anni e mezzo, ma dopo l'asilo è un cadaverino, poretto.

Ha solo mormorato: mamma che hai? poi più nulla.

E meno male. Mi ha preso una di quelle crisi di nervi da lacrimoni lungo le guance, mentre canti a squarciagola sulle note di Jovanotti...nera nera nera, proprio nera. Mica per le mie lavatrici, eh!! Per tutto quello che nella mia testa e sui miei nervi si è accumulato in queste ultime settimane e che ho sfogato producendo quantità industriali di prodotti da forno e di panni puliti (no, quelli domani ...). Faccende di lavoro irrisolte, molti progetti che non vogliono partire, telefonate che forse partono e forse no, "tanto ci vedremo, no?".  E la lontananza dalle persone care, quella causata da scelte non condivise, che lasciano sempre un vuoto dietro di sè.

Riflettendo sulle mie questioni esistenziali e asciugata la cascata delle Marmore sul mio viso, approfitto per fare una consegna al volo, un attrezzo di lavoro da dare in prestito da parte del maritino a un conoscente...e via di nuovo alla palestra.

Ritirata la grande, si vola a prendere il medio. E poi si rincasa. Finalmente. Ore 20,00.

La cena è subito rimediata ... e cenata, nel frattempo mi viene la balzana idea di svegliare quel maritino che dopo un'ora e mezzo dovrebbe timbrare il cartellino...ma si è scordato di puntare la sveglia. E anche di chiedermi di svegliarlo, se è per questo.

L'impasto dei biscotti è ancora lì che mi guarda di traverso. Pazienza. Dal frigo non puoi certo svignartela nottetempo, caro mio. A domani.

4 commenti:

  1. Anche a me capitano giornate di questo tipo, anzi, forse interi periodi....per fortuna poi passano! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì, passano, Prima o poi ^_^. Buona giornata!

      Elimina
  2. Noi donne siamo cosi .. riusciamo a stare la mare asciugarci le lacrime e ripartire .. siamo nate forti e questa forza non dimenticare mai di averla ... testa alta respiro profondo e si superano queste giornate più determinate che mai.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yesss!!! Le cose non si sono risolte nottetempo, ma a volte una manciata di ore di sonno è necessaria a ritrovare un equilibrio. Che sta dentro, non si basa su quelle mille cose lì!! Grazie!!!

      Elimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...