venerdì 23 agosto 2013

davanti agli occhi


Oggi è una giornata strana.

Mi sono alzata, mi sono preparata per la nuova giornata come al solito. Ho svegliato le mie meraviglie, come tutti i giorni. Ci siamo dedicati alle pulizie settimanali, con più decisione del solito, dal momento che finalmente i lavori sporchevoli del bagno sono terminati. Niente più polvere di legno, di cemento, colla di vario genere... Quindi: al lavoro!!

Poi... ho letto il giornale. 

Qui tutto si è bloccato. La notizia è già in giro da un po', ma la foto è un macigno. Non va più via dai miei occhi. Hanno usato le armi chimiche. Sui civili. Sui bambini. Sulle famiglie. Centinaia, migliaia di persone che nel sonno se ne sono andate. Per sempre. Senza poter lottare per la vita, per quella dei loro cari. Per le cose che contano. Altroché bagno. E polvere. E colla...

Alle volte si leggono cose come questa e vien voglia di non accendere più la tv, non comprare più il giornale, non informarsi nemmeno in rete. Vien voglia di essere ciechi e sordi al mondo.

Ma non è giusto. Non è giusto nei confronti di chi paga per la stupidità di pochi, non è giusto per le vittime. Non è giusto perché questo è il mondo in cui viviamo.

E sarebbe ancora facile abbattersi pensando ai miei figli, al futuro che li attende.
Devo alzarmi ogni mattina per contribuire a farli diventare persone migliori, senza isolarli e farli vivere in una bolla. Devono vedere, capire, ricordarsi che le persone stupide, insensate ed egoiste esistono. I miei figli devono poter capire che genere di persone vogliono diventare.

Nessun commento:

Posta un commento

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...